Caos Fiera, ultimatum a Gl

Giordani all'attacco. «Firma o via al fallimento»

PADOVA – La giunta comunale approva il conferimento dei capannoni di sua proprietà di via Tommaseo a Fiera Immobiliare, accrescendo il capitale sociale della società pubblica di 31,5 milioni di euro. Ma c’è di più, visto che dal sindaco Sergio Giordani in persona arriva un ultimatum a Gl Events che non ha precedenti. «Dopo troppi rinvii e tanta pazienza da parte della città» sottolinea il sindaco in una nota «decidano se presentarsi a Padova entro la giornata di sabato prossimo per definire le intese necessarie, diversamente proporrò agli altri soci pubblici di attivare l’istanza di fallimento, unico atto che in assenza di risposte chiare e definitive consentirà lo sblocco della situazione».

Giordani non fa sconti. «L’impegno del Comune è massimo. Nessun immobilismo ma anzi un messaggio di determinazione chiaro da parte del pubblico che vuole creare e sta creando coi fatti le condizioni migliori per difendere e rilanciare un patrimonio strategico della città e del tessuto economico del nostro territorio. Questo a prescindere dalle liti, dalle pretese e dalle tirate di giacca dei privati i quali devono definitivamente comprendere che non saranno spesi soldi dei cittadini per sanare loro contenziosi e problemi finanziari». Il sindaco dice di aver «fatto il possibile per un accordo tra le parti rapido che continuo ad auspicare. Resto ottimista ma ribadisco che siamo pronti ad affrontare qualsiasi scenario verrà a crearsi facendo valere con tutte la forza di cui ci sarà bisogno e in tutte le sedi le ragioni della nostra comunità, delle categorie economiche e dei lavoratori».

Quanto al conferimento a Fiera Immobiliare – società controllata da Comune, Camera di commercio e Provincia – si tatta di un’operazione strategica e funzionale ad un profondo rafforzamento della Spa. Lo scorso 8 maggio la Giunta comunale al completo, assente solo il vicesindaco Lorenzoni, ha dato il via libera ad un aumento di capitale che fa il paio con quello, in immobili e denaro, già deliberato dalla Camera di commercio. L’operazione dovrebbe vedere un secondo passaggio di ratifica in Consiglio comunale al più presto, già entro il prossimo 14 di maggio. L’operazione permette alla società di muoversi con maggiore forza sia sul piano dei contenziosi in essere con i francesi di Gl Events, titolari della quasi totalità delle azioni di Padovafiere Spa, sia sul piano delle trattative per eventuali collaborazioni future con altre realtà fieristiche presenti nel panorama nazionale.

E.P.