Creatività, all’opera!

Il mondo occidentale e la sua cultura in cui il pensiero logico e razionale, altamente scientifico, la fa da padrone non può certo definirsi terreno fertile per chi ha velleità di tipo artistico.
Ma se la creatività, giocando un po’ con le parole, è logica e razionale per taluni mestieri, all’apparenza lo è meno per altri. All’apparenza.
Il contributo che la creatività può dare ad ognuno, nel mondo del lavoro così come nella vita privata, e’ infatti enorme: basti pensare al problem solving, assolutamente menomato in chi usasse solo la razionalità nella ricerca della risoluzione di un problema.
E a questo punto gia’ recepisco la vostra domanda: “Ok, ma come posso sviluppare la mia creativita’ ogni giorno e senza dedicare tempo che non ho?”
Presto detto:
1) Lascia fluire i tuoi pensieri, parla, discuti, oppure annota le parole chiave che ti vengono in mente durante una riunione;
2) Dopo aver dato spazio alle parole si passa alle immagini, riempite le lavagne con immagini e grafici, frecce, nuvolette e quant’altro vi possa far allontanare da numeri e parole;
3) Giocate, create momenti simpatici di confronto e scambio d’idee prima di una riunione;
4) Provate ad applicare la creatività a ciò che vi riesce meglio, alla vostra specialità, ed apprezzatene i “gustosi” risultati che potrete trarne;
5) Prendetevi pause per allentare lo stress, anche la creativita’ passa dal cervello:
6) Fate attivita’ fisica, non necessariamente in palestra, anzi meglio una semplice passeggiata per arricchirsi di nuovi stimoli e idee, benzina per la creativita’.
E adesso all’opera, ma con creatività!

Marco Garbin