Dolo. Nominata la commissione per il concorso di idee per Piazza del Grano

La rinascita di Piazza del Grano

 

Sarà una commissione di “super esperti” quella chiamata a esprimersi sul concorso di idee bandito dall’Amministrazione Comunale di Dolo, per la riqualificazione di Piazza del Grano.“Abbiamo scelto questa modalità di confronto – commenta l’Assessore ai Lavori Pubblici, Giorgia Maschera – per acquisire idee di rilancio di un’area centrale della nostra Città che, certamente, merita di essere liberata dalla morsa del traffico e valorizzata al meglio. Siamo consapevoli che prima di giungere a una proposta progettuale e a un avvio di lavori sarà indispensabile un ampio confronto con cittadini e categorie economiche: proprio per questo abbiamo scelto la forma del concorso di idee e non quella che avrebbe previsto un avvio irreversibile di iter realizzativo.” Della commissione, che si riunirà per la prima volta il prossimo 26 ottobre, faranno parte: l’Ing. Francesco Dittadi, responsabile del servizio Lavori Pubblici del Comune di Dolo, il Prof. Amerigo Restucci indicato dallo IUAV di Venezia,
l’Ing. Gianfranco Baldan indicato dall’Ordine degli Ingegneri di Venezia, l’Arch. Marco Mizzan indicato dall’Ordine degli Architetti di Venezia, la 
Dott.ssa Urbanista Alessandra Meneghetti indicata dall’Associazione Urbanisti. I membri supplenti, invece, saranno l’Arch. Riccardo Tosco – Responsabile Settore Edilizia Privata e Urbanistica del Comune di Dolo, l’Arch. Luca Nalon – Settore Ambiente Comune di Dolo, l’Ing. Maurizio Pozzato indicato dall’Ordine degli Ingegneri di Venezia,
l’Arch. Nicola Pizzo indicato dall’Ordine degli Architetti di Venezia, la
 Dott. Urbanista Luca Rampado indicata dall’Associazione Urbanisti. “Siamo molto orgogliosi – conclude l’Assessore, Giorgia Maschera – per la grande disponibilità con la quale tutti questi professionisti hanno accettato di far parte della nostra Commissioni: il loro giudizio e aiuto sarà per noi fondamentale per garantire alla nostra Città un confronto di altissimo livello su quello che potrà essere il suo futuro. Contiamo che il lavoro degli esperti possa terminare, nonostante il grande numero di elaborati pervenuti, entro l’anno per poi poter avviare dal 2017 il confronto con la cittadinanza. Il metodo del Concorso di Idee costituisce per Dolo un’innovazione molto forte dal punto di vista amministrativo e, dopo questa esperienza, certamente intendiamo ripeterla anche per  la progettazione di altre opere di grande importanza per la nostra Città.”  L. P.