Esproprio a Mirano. La Sindaca Pavanello querela una coppia

Una questione che va avanti dal 2008, e che adesso è finita in tribunale.

La sindaca di Mirano Maria Rosa Pavanello ha querelato Annalisa Zangrando e il suo compagno Gaetano Ferrieri per diffamazione. Qualche settimana fa i due, che sono i referenti del comitato Campocroce Sicura, hanno pubblicato un video su Facebook in cui rivolgevano pesanti accuse al Comune e alla prima cittadina: «Siete dei fuorilegge, violate i diritti dei cittadini». Parole che hanno mandato su tutte le furie Pavanello tanto da indurla a convocare d’urgenza un consiglio comunale in ospedale, dove la sindaca si trovava per alcuni controlli. Al termine dell’anomalo consiglio, il Comune ha diramato una nota in cui spiega che è stato deciso di intraprendere azioni legali nei confronti della coppia miranese.

Nella nota si legge che il Comune ha deciso di sporgere “denuncia-querela alla Procura della Repubblica con richiesta al Pm di immediato sequestro della pagina Facebook di Annalisa Zangrando e Gaetano Ferraresi con rimozione e oscuramento del video e richiedendo l’ordine inibitorio della sua riproduzione. Oltre a rilevare fin d’ora i presupposti configuranti il reato di diffamazione nel contenuto del video pubblicato. Per questo (il Comune) ha dato l’incarico all’avvocato Stefano Marrone di Dolo, dandogli il più ampio mandato di rappresentanza e difesa dell’ente”.

Ma cosa ha spinto la coppia miranese a muovere accuse così pesanti al Comune di Mirano? La questione riguarda un esproprio -già effettuato- di un’area dietro il distretto dell’8 Marzo. Un lotto importante per il Comune, che qui vuole costruire una strada pubblica. Il problema è che Zangrando e Ferrieri rivendicano la proprietà del terreno e sostengono che il Comune ha effettuato un esproprio senza averne diritto. Scatta quindi una prima denuncia da parte della coppia, ma sindaco e giunta si difendono: il lotto interessato è censito al Nuovo catasto terreni (Nct) con il numero 4004 e, secondo una delibera di giunta comunale del 5 febbraio 2008, risulta essere di proprietà del Consorzio Distretto. Insomma, il Comune aveva diritto all’esproprio. Zangrando e Ferrieri però non ci stanno e forniscono una visura del 2007 che dimostrerebbe che quel lotto appartiene a loro.

La questione non trova soluzioni, anzi, i toni si alzano: volano insulti e minacce fino alla pubblicazione del video da parte della coppia. Un video che non va giù alla sindaca Pavanello: troppo pesanti le accuse che i due rivolgono a Comune e giunta. La sindaca decide quindi di prendere di pugno la questione e querela Zangrando e Ferrieri per diffamazione: i tre si ritroveranno tra qualche mese in tribunale.

 

Matteo Riberto