Fiesso d’Artico. Le officine Cercato compiono 70 anni

70 anni di storia

Il 21 agosto 1946 si costituiva a Fiesso d’Artico l’azienda della famiglia Cercato. All’inizio era una ditta individuale intitolata ad Italo Cercato ed ha come collaboratori, inizialmente,  i due figli maggiori Gaetano e Assiro (padre del famoso nuotatore Simone, n.d.r.) e successivamente si aggiunge anche Patrizia. L’azienda si è sempre occupata di carpenteria metallica, dapprima nel civile effettuando lavori importanti quali l’Ospedale Civile di Padova, la Lancia di Torino, zuccherifici dell’Eridania,  per poi proseguire nel settore industriale, eseguendo lavori di carpenteria medio/pesante per vari stabilimenti di Porto Marghera del Gruppo statale Efim. Con la crisi dell’Efim e la successiva chiusura di vari stabilimenti di Porto Marghera, l’azienda, che in quel periodo era fortemente esposta anche a livello economico con tale ente,  nel 1990 decide di approdare nei cantieri navali dapprima di Porto Marghera  sino ad arrivare ai giorni nostri con l’apertura di ulteriori cantieri oltre a quello di Porto Marghera anche a Sestri/Ge, Ancona, Monfalcone per poi eseguire lavori sia in Italia che all’estero a seconda delle esigenze del maggiore committente,  la Fincantieri spa,  In particolare, oltre confine, la ditta esegue lavori importanti, direttamente per le società armatrici, come  Holland America Line, P.& O., Costa Crociere. Gli  interventi di carpenteria navale sono relativi a lavori di costruzione di manufatti e lavori di montaggio e può vantare il fatto di aver eseguito lavori su tutte le navi da crociera e non, varate da Porto Marghera. Gli ottimi risultati raggiunti sono sempre stati fonte di grande orgoglio per i titolari e per i collaboratori. Attualmente l’azienda conta  su 28 unità assunte direttamente e si avvale anche della collaborazione di altre due aziende, in ATI, con le quali raggiunge un numero pari a circa 60 unità, che sono suddivise nei vari cantieri. E’ certificata Iso e Soa ed oltre al navale esegue lavori anche con vari enti pubblici. I 70 anni di inizio dell’attività l’azienda ha pensato di festeggiarli con tutti i dipendenti, senza i quali non avrebbe potuto raggiungere tale traguardo che per Gaetano, Assiro e Patrizia è motivo di grande orgoglio e soprattutto lo sarebbe stato per il loro padre, fondatore unico dell’azienda. Titolari che osservano. ” I nostri dipendenti sono stati fedeli e attivi compartecipi degli obiettivi raggiunti, senza nascondere che in tutti questi anni ci sono state delle grandi soddisfazioni e anche delle grandi difficoltà. Abbiamo affrontato e superato la crisi del 2007, con la tenacia e l’unione di tutti noi insieme che è stata determinante per esserci ancora (i nostri fatturati in questi ultimi anni sono in forte ripresa) e la cosa che più ci inorgoglisce e che pensiamo che sia fonte di sicurezza anche per tutti i nostri collaboratori è che la nostra azienda proseguirà in futuro anche con la nostra nuova generazione (terza) che ha in Ylenia, Rebecca e Marco i futuri gestori.  Nuova generazione il cui obiettivo è quello di raggiungere i 100 anni di attività e che ci auguriamo che parte dei nostri dipendenti sia sempre al loro fianco. Abbiamo deciso di festeggiare la ricorrenza dei 70 anni di attività  21 ottobre 2016  perché  tale data coincide  con il compleanno di nostro padre e ci sembrava rispettoso nei suo confronti scegliere tale giorno”.

Lino Perini

lino-perini