Fondi pensione: l’allarme dell’Fmi

Attenzione alla solvibilità delle compagnie assicurative.

Immagine di repertorio

Il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) lancia l’allarme sui fondi pensione. Nell’era dei tassi bassi sanciti dalla Bce, la loro sostenibilità sarebbe a rischio.

In base a quanto si legge nel dossier pubblicato «Queste debolezze si sommano ad altri problemi come l’invecchiamento demografico. E l’aumento delle inquietudini su questo tipo di istituzioni finanziarie può accentuare ancora di più la tendenza al risparmio e quindi la stagnazione finanziaria e economica».

In particolar modo le aziende assicurative tedesche e giapponesi sarebbero soggette ad un maggiore pericolo, ma nessuno, secondo il Fondo Monetario, può sentirsi al sicuro. L’unico modo di risolverlo è spingere sulla trasparenza sui bilanci degli enti pensionistici e sulla possibilità di ampliare il raggio d’azione degli stress test già in vigore per le banche anche per le assicurazione e per i fondi.

G.N.P.

Fondo monetario internazionale
Fondo monetario internazionale