In classe con il giubbotto

All’8 marzo ancora freddo

MIRANO. In classe con 11 gradi centigradi. Si sono ritrovati così da giorni gli studenti del tecnico 8 Marzo . Sono arrivati in aula e il termostato segnava esattamente 11.9 °C. Una temperatura decisamente troppo fredda per poter fare lezione e stare seduti ore sui banchi, soprattutto con le temperature in picchiata di questi giorni. Così armati di santa pazienza, di prima mattina, sono andati a parlare con il vicepreside, ma la situazione non si potuta risolvere e così hanno fatto lezione con guanti, sciarpe, berretti e cappotti.

«Siamo andati a parlare con il vicepreside ma abbiamo fatto lezione per cinque ore al freddo, con addosso i giubbotti. Ci avevano detto di cambiare classe ma poi ci hanno fatto rimanere lì. Il punto è che i termosifoni funzionano però non scaldano». «Non è possibile fare lezione con addosso i giubbotti», aveva detto Carlo Marigo, rappresentante dell’istituto 8 Marzo, «la scuola è la nostra casa, noi lì ci passiamo anche otto ore al giorno, tutti i giorni. Non andiamo a divertirci».

C.C.