Industria: fatturato in crescita nei primi cinque mesi

Bene anche gli ordinativi, aumentati del 7,5% rispetto al periodo gennaio-maggio del 2016

A maggio sia gli ordinativi che il fatturato dell’industria hanno registrato un miglioramento rispetto al mese precedente, riflettendo, in entrambi i casi il buon andamento registrato sia sul mercato interno che sul fronte estero. Fatturato e ordinativi risultano in crescita anche rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Ma vediamo i dati da più vicino. Nel quinto mese dell’anno il fatturato dell’industria italiana è aumentato dell’1,5% rispetto ad aprile. Sul territorio nazionale si registra un aumento dell’1,6%, mentre per il mercato estero l’aumentato è stato dell’1,2%. Osservando il fatturato dei principali raggruppamenti di industrie, si può notare come l’aumento maggiore abbia interessati i beni intermedi, con un +3,1%, e i beni strumentali, con un +2,7%. Aumento lieve invece per i beni di consumo (+0,6% l’indice generale, +1,9% quelli durevoli e +0,4% quelli non durevoli), mentre l’energia riporta un calo del 7,2% (al netto della quale il fatturato complessivo è cresciuto del 2,2%).

Sebbene si parli di un aumento più lieve, anche il confronto tra marzo-maggio 2017 e dicembre 2016-febbraio 2017 riporta un aumento del fatturato. In questo caso, la crescita dello 0,9% che ha interessato l’indice è legata in larga parte ai beni di consumo, +1,6% (+1,8% i durevoli e +1,6% i non durevoli) e ai beni intermedi, +1,5%. Rispetto allo stesso mese di un anno fa il fatturato è cresciuto del 7,6% (+4,6% i beni di consumo, +7,2% quelli strumentali, +10,5% quelli intermedi e +8,4% l’energia), contribuendo positivamente al consuntivo dei primi cinque mesi dell’anno, periodo in cui il fatturato complessivo dell’industria italiana è aumentato del 5,1% rispetto allo stesso arco di tempo di un anno fa. I settori più dinamici sono stati quello della metallurgia e della fabbricazione di prodotti in metallo, per il quale si registra un aumento del fatturato di 14,1 punti percentuali rispetto allo stesso mese di un anno fa, e quello della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, app. di misurazione e orologi, per il quale si registra un +12,1%.

Per quanto riguarda invece gli ordinativi, l’Istat ha rilevato un aumento del 4,3% tra maggio e aprile (+3,9% per quelli interni e e +4,9% per quelli esteri) e una crescita del 13,7% rispetto al maggio dello scorso anno (+12,1% quelli interni e +16,2% quelli esteri). In questo caso la media dell’ultimo trimestre risulta in calo dell’1% rispetto a quella dei tre mesi precedenti, mentre il consuntivo su questi primi cinque mesi sullo stesso periodo di un anno riporta una crescita del 7,5%.

Pietro Ruo