Luigi Sposato presenta i primi due candidati della lista “OSA”

Il candidato Sindaco di Padova Luigi Sposato, ha presentato sabato scorso nel suo ultimo punto di ascolto in Piazza Cavour a Padova, i primi due candidati consiglieri della lista “Osa”.

Si tratta di Gaetano Falcone e Salim El Maoued. Gaetano Falcone ha ufficializzato la sua volontà di scendere in campo con la lista “OSA” al fianco del candidato Sindaco di Padova Luigi Sposato. 34 anni, imprenditore del settore food e della ristorazione, è figlio del celebre pizzaiolo campano Bruno Falcone (notoriamente conosciuto in città con il soprannome “ Il Signore della pizza”) scomparso nel 2013 all’età di 55 anni.

Gaetano Falcone, laureato in lingua cinese all’Università Cà Foscari di Venezia, con esperienze accademiche negli Usa e in Cina, inizia nel 2011 sua avventura imprenditoriale a Shanghai con l’apertura di due ristoranti. Nella sua esperienza politica nelle file di Alleanza Nazionale, arriva per due volte all’elezione nei consigli di quartiere rispettivamente nel 2004 e 2009. “Mi candido perché penso che Padova meriti più di ciò che ha – spiega Falcone – Mi candido perché possiamo insieme lavorare per una città migliore. Le potenzialità ci sono: per la ricchezza del suo tessuto sociale e produttivo, per la sua bellezza, per le sue risorse culturali. Padova può aspirare ad attrarre intelligenze, investimenti e visitatori, può offrire ai giovani che ha cresciuto una prospettiva per restare o per tornare, può essere una città vivace e al tempo stesso attenta ai bisogni dei soggetti più fragili, generosa e solidale, capace di valorizzare le tante energie di cui è ricca. Non è quello che è accaduto in questi ultimi anni, caratterizzati dalla crisi, anche per responsabilità di un’amministrazione rinunciataria. Per questo serve una svolta. Metto a disposizione di questo progetto l’esperienza accumulata durante la mia vita professionale, l’inclinazione a lavorare in squadra, la conoscenza dei problemi e delle risorse della nostra città, l’attitudine ad ascoltare e a decidere. Mi candido con spirito di servizio, con l’umiltà che mi porta a sollecitare il contributo di tutti i padovani di buona volontà, con l’amore che mi lega a questa comunità, con fiducia nella politica onesta, disinteressata e competente, con l’entusiasmo che una sfida così difficile e importante richiede.

Il secondo candidato è il medico palestinese Salim El Maoued, 55 anni. I suoi genitori, di origine palestinese, precisamente di Nazareth, sono emigrati nel 1948 dalla Palestina in Libano durante la guerra israeliano-palestinese. Nel 1982 si trasferisce a Padova per motivi di studio: si iscrive alla Facoltà di Medicina e Chirurgia di Padova, dove si laurea nel 1993. Ottiene una specializzazione in Medicina Nucleare e successivamente una abilitazione in Odontoiatria e Medicina Omeopatica. Ha lavorato come medico di continuità assistenziale in diverse ulss del Veneto e in RSA, nonché come medico di Primo Soccorso all’aeroporto Marco Polo di Tessera (VE). Attualmente svolge l’attività di medico di Medicina Generale nel quartiere Arcella, dove vive con la propria famiglia. Coniugato, e padre di tre figli , nel tempo libero si dedica al volontariato ed alla mediazione linguistica. Tra le sue grandi passioni ci sono inoltre le poesie e la lettura. Metto la mia candidatura a disposizione della Lista “Osa”, conclude Salim El Maoued l’unica forza indipendente che ritengo oggi in grado di realizzare un cambiamento. Ho scelto di candidarmi a sostegno di Luigi Sposato, perché condivido profondamente quanto espresso dai punti del suo programma elettorale. Padova, al di là dei partiti, ha bisogno di uomini che amano Padova e che vogliono che torni ad essere un punto nevralgico del Nordest. Sogno una città che non ha paura. Una città che difende e valorizza le donne. Una città che attrae, che cresce in modo etico, intelligente ed ecologico, che ridà valore al dinamismo culturale, che si riprende il ruolo che le spetta.

Giuliana Lucca