Mestre, dati sulle multe dei nuovi autovelox

Negli ultimi giorni le multe raddoppiano: 670 al giorno

Il dato raddoppia, anche per la presenza nei giorni scorsi in via Martiri e via della Libertà di alcuni lavori che hanno gioco forza rallentato gli automobilisti attraverso delle chiusure di corsia. Da domenica, però, le carreggiate sono state completamente liberate: anche per questo si è passati dalle circa 320 sanzioni per eccesso di velocità nelle prime 24 ore dall’accensione ufficiale dei 3 nuovi rilevatori di velocità mestrini, a una media di 670 al giorno. Più del doppio. Sono questi i dati che caratterizzano il funzionamento degli autovelox posizionati dall’amministrazione comunale in via Martiri della Libertà (con limite di 90 chilometri orari), all’altezza dell’intersezione con via Berna, e in via della Libertà.

Il primo apparecchio è situato davanti al parco scientifico tecnologico “Vega”, a una decina di metri dall’intersezione con via Pacinotti in direzione Venezia. Il secondo nel senso di marcia opposto. Esattamente all’altezza del cavalcavia di via Torino.

Dai dati raccolti dalla polizia locale ci sarebbero state anche punte piuttosto elevate di velocità, a dimostrazione che c’è chi, in barba ai rilevatori, continua a pigiare il piede sull’acceleratore. In modo pesante. Il numero di contravvenzioni è stato più elevato in via della Libertà, anche perché in via Martiri il limite è più elevato, dunque è fisiologico che ci siano meno auto che superino i limiti.

A.C.M.