Mirano: vietato fumare nei parchi?

Se ne è parlato in Commissione Urbanistica, Lavori Pubblici e Ambiente. A breve potrebbe essere vietato fumare nei parchi di Mirano. Una scelta per la tutela delle fasce più deboli: anziani, donne incinte e soprattutto bambini. Quest’ultimi, infatti, si ritrovano spesso a giocare nei parchi pubblici vicino a qualcuno che fuma sigarette. Il tutto con i danni alla salute che questo comporta.

La proposta non ha però trovato il favore di tutti. Tra chi frequenta i giardini c’è anche chi non è assolutamente d’accordo. «Questo vuol dire che non potrò fumare una sigaretta neanche mentre mi rilasso in una panchina? assurdo» commenta un signore. Un altro cittadino di Mirano si chiede se siano queste le priorità da affrontare: «Ci sono una miriade di camion e auto che passano di continuo sulle nostre strade. Saranno le sigarette il problema..». C’è invece chi è d’accordo, e ritiene la proposta corretta: «I parchi sono un luogo pubblico, frequentato perlopiù da bambini. Non devono essere costretti a respirare il fumo delle sigarette» dice una giovane mamma.

La proposta è stata lanciata in Commissione dal gruppo, da Francesco Venturini, capogruppo della lista “Io scelgo Mirano”. Ma il divieto non dovrebbe essere esteso a tutte le aree verdi, ma solo ad alcuni parchi: Villa Belvedere e 25 Aprile, Villa Tessier e Villa Bianchini a Zianigo. Uno dei problemi, sollevati sia dal centrodestra guidato da Maria Giovanna Boldrin che dai 5Stelle riguarda però il controllo: chi vigilerà infatti sul fatto che il divieto sia rispettato?. In una nota, i 5Stelle, che rivendicano la paternità dell’idea avanzata in tempi non sospetti, scrivono: « Buona l’idea di vietare il fumo nei parchi storici, divieto che secondo noi andrebbe allargato a tutti i parchi pubblici soprattutto nei parchi giochi fruiti principalmente da mamme e bambini: il fumo passivo nuoce ovunque».

M.B