Netto di 131 milioni nel primo semestre per il Gruppo Credìt Agricole

Presente con CA FriulAdria in Veneto e Fvg

Numeri decisamente positivi riferiti al primo semestre 2017 per Crédit Agricole, del Crédit Agricole in Italia e del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia operativo in Friuli Venezia Giulia e Veneto attraverso CA FriulAdria.

Il risultato netto del Crédit Agricole in Italia si attesta a quota 456 milioni di euro grazie ad un sempre maggiore coordinamento sinergico tra le diverse linee di business del Gruppo. Crédit Agricole, infatti, è presente nella penisola non solo con il Gruppo Cariparma Crédit Agricole – la sua banca commerciale – ma anche attraverso le società Agos, FCA Bank, Crédit Agricole Leasing, Crédit Agricole Eurofactor, Crédit Agricole Corporate & Investment Bank, Caceis Investor Services, Indosuez Wealth Management, Indosuez Fiduciaria, Amundi, Crédit Agricole Vita, Crédit Agricole Assicurazioni, Crédit Agricole Creditor Insurance, Crédit Agricole Group Solutions.

Per quanto riguarda il Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia l’utile netto si attesta a 131 milioni di euro, in crescita del 7% rispetto allo stesso periodo del 2016. Continua intanto il costante supporto alle famiglie con l’importante crescita del comparto mutui casa (nuova produzione +7% a/a) e dei volumi intermediati di credito al consumo (+33% a/a). Il sostegno all’economia si conferma a ottimi livelli con finanziamenti alle imprese in crescita del +6% a/a, con particolare attenzione ai segmenti chiave per il Gruppo, come l’Agri-Agro,

Nel dettaglio la nota semestrale del Gruppo informa che è confermata la capacità di generare redditività, in continuità con gli esercizi precedenti: conseguito nel primo semestre 2017 un utile di 131 milioni di euro (+7% a/a) con proventi in crescita (+1% a/a), grazie alla buona performance delle commissioni (+9% a/a), trainate in particolare dalla componente di risparmio gestito (+25% a/a).

Interessi in crescita rispetto al trimestre precedente (+2% T2/T1). Oneri operativi sotto controllo e conferma di un ottimo livello di efficienza, con un cost/income pari al 55,6%*.

Il costo del credito è pari a 152 milioni di euro in flessione del -12% a/a, con un’incidenza delle rettifiche sugli impieghi che si attesta a 78 bps. In costante miglioramento la qualità dell’attivo: in riduzione l’incidenza sia dei crediti deteriorati netti sia delle sofferenze nette, rispettivamente pari al 6,9% e al 3,1%. In aumento le coperture su crediti deteriorati e pari al 44,2%. In contrazione i nuovi flussi di ingresso a default (-44% a/a).

Ottima poi la solidità patrimoniale adeguata con un Common Equity Tier 1 all’11,1% e Total Capital Ratio al 13,4%. Posizione di liquidità più che soddisfacente, con un indicatore di LCR che si attesta ben oltre il 100%. Rating Moody’s A3, al livello più alto del Sistema Bancario Italiano.

Attività commerciale positiva e dinamica, si sottolinea da parte del Gruppo, che ha contribuito ad una crescita importante dei volumi di impiego (+5% a/a), risparmio gestito (+10% a/a) e raccolta diretta (+8% a/a, sostenuta anche dalle emissioni di Covered Bond). Acquisiti 60.000 nuovi clienti nei primi sei mesi del 2017. In costante incremento la collaborazione e le sinergie con le società del Gruppo Crédit Agricole in Italia.

In linea con quanto previsto dal Piano Industriale 2016-19 proseguono, infine, gli investimenti a supporto del business, dell’evoluzione digitale e delle persone:
trasformazione della rete fisica – con oltre il 35% della rete che ha già adottato il modello di filiale evoluta “AgenziaPerTe” – e contestuale evoluzione degli strumenti digitali per ampliare i servizi per la clientela; sviluppo del personale attraverso formazione, nuovi ingressi e la realizzazione di iniziative volte al miglioramento del worklife balance, come ad esempio lo smart working; rinnovamento degli spazi lavorativi attraverso progetti immobiliari in corso di realizzazione, finalizzati a razionalizzare le sedi del Gruppo e studiati per rispondere a nuove esigenze e abitudini lavorative.

Lucio Leonardelli