San Donà, nuovi punti critici della viabilità in centro

SAN DONA’. Gli automobilisti e i residenti segnalano la pericolosità degli incroci tra via Jesolo e viale della Libertà. E poi tra via Aquileia e corso Trentin, di fianco all’immobile Bergamin.

In via Jesolo qualcuno vorrebbe una nuova rotatoria, come ha proposto il candidato a sindaco, Oliviero Leo, parlando con gli operatori. Renzo Baradel della omonima autoscuola sandonatese ha sollevato il problema.

“Ogni giorno si sfiora un incidente”, dice Baradel, “e sarebbe opportuno a questo punto trovare una soluzione definitiva. Siamo molto preoccupati, perché le auto sfrecciano verso via Jesolo e rischiano di scontrarsi con le auto che provengono da viale della Libertà”. Anche i residenti lamentano i pericoli legati a questo incrocio che aumentano con l’inizio delle scuole, quando transitano fino a 133 autobus al giorno, come ha segnalato il comitato di Graziella Marin.

L’altro incrocio pericoloso in via Aquileia era stato più volte segnalato da Luca Marin, esponente del centrodestra sandonatese. Il rischio di incidente è ancora più elevato, perché le auto in corso Trentin dovrebbero dare la precedenza, ma il più delle volte corrono velocemente senza osservare l’incrocio con via Aquileia. Ora la maggioranza dovrà prendere in mano la viabilità cittadina per renderla più fluida e sicura, considerando anche un terzo ponte sul Piave che è diventato più che mai necessario per alleggerire il traffico sul vecchio ponte della Vittoria.

Giovanni Cagnassi