San Donà di Piave, guidava da 14 ore consecutive, sanzionato dalla Polizia Locale

SAN DONA’ DI PIAVE. Serrati controlli sulla sicurezza stradale da parte della Polizia Locale di San Donà di Piave.

L’ episodio più grave su via Martiri delle Foibe. Il cittadino albanese  alla guida di un autoarticolato è subito apparso stremato alla pattuglia che lo ha fermato. Sulla base del cronotachigrafo era alla guida da qualcosa come 14 ore consecutive, eludendo il rispetto dei tempi di riposo. Gli è stata comminata, tra l’altro, una sanzione di 500 euro, pagata già al pos in dotazione alla pattuglia. Sempre nell’ambito dello stesso controllo sanzionato anche un camionista rumeno sorpreso a trasportare abusivamente abbigliamento e derrate alimentari senza avere le prescritte autorizzazioni.

“Ringrazio la Polizia Locale per aver tolto dalla strada il rischio altissimo che può provocare una persona così stanca alla guida – così il sindaco Andrea Cereser – Inoltre interventi del genere contrastano probabili forme di sfruttamento cui sono oggetto conducenti costretti a orari”

Lungo via Calnova, invece, all’altezza della ex Caserma Tombolan – Fava, un automobilista veneziano alla guida di un’utilitaria è stato invece pizzicato a sfrecciare alla velocità autostradale di 142 km orari, più di 50 km oltre il limite di 90 km orari. Inoltre negli ultimi due giorni fermati dagli agenti 3 autovetture prive di assicurazione e di revisione. Salgono a 50 da inizio anno le violazioni contestate per assenza di regolare copertura assicurativa di revisione.

«Il mancato rispetto delle norme di condotta previste dal Codice della strada può causare incidenti con conseguenze anche molto gravi» commetta il comandante della Polizia Locale Marino Finotto.

Pierluigi Tamburrini