Il Cittadino

Trasporti pubblici…realmente?

E’ nuovamente sulle pagine della stampa locale Svt, la società di trasporti pubblici che di recente è balzata sulle prime pagine della nera per il gravissimo incidente che ha visto coinvolto un bambino.

Il fatto

Questa volta, l’episodio è certamente meno grave ma gli spunti per una riflessione non mancano. L’altra mattina, a Torrebelvicino, una signora è stata multata per non aver timbrato il biglietto una volta sull’autobus.

trasporti pubblici

Retroscena

La signora, impiegata in una scuola a Schio, e costretta a recarsi al lavoro servendosi dei trasporti pubblici, ha dichiarato di non essere riuscita a timbrare per via della calca che le avrebbe impedito di raggiungere l’obliteratrice.

E giustizia per tutti…

La signora Pretto è stata comunque colta, in fase di controllo, sprovvista del titolo di viaggio, o meglio col titolo non timbrato. E quindi è giusto che la sanzione venga applicata dai controllori. Su questo non vi è alcun dubbio.

adhoc consilia

Trasporti pubblici davvero?

Che si tratti di Svt, Atac o ATM, il problema non cambia. Nei piccoli come nei grandi comuni, quotidianamente un’alta percentuale di passeggeri non paga il biglietto. I motivi? Molteplici.

Le cause del mancato pagamento

Costi elevati per una validità minima del ticket; tantissimi i passeggeri di diversa nazionalità che, non essendo residenti in Italia, si limitano a scendere dal mezzo in fase di controllo; scarsa efficienza dei trasporti; assenza a bordo dei mezzi di macchinette per l’acquisto dei ticket; scarse agevolazioni; scarsi controlli, l’elenco potrebbe dilungarsi di molto…

trasporti pubblici

E io pago…i trasporti pubblici per gli altri

“E io pago”, verrebbe da dire quando, ai tornelli, c’è chi passa anche sprovvisto di ticket o si sposta in città a costo 0. Ma se, dato gli innumerevoli motivi sopra riportati, Svt (come le altre, con il sostegno dei Comuni e delle Regioni) proponesse delle iniziative per agevolare i cittadini nell’utilizzo dei mezzi pubblici, si verificherebbero ancora questi spiacevoli inconvenienti?

Mezzi di trasporto pubblici o solo mezzi?

In effetti, i mezzi di trasporto non sono per nulla confortevoli (fattore che non giustifica il mancato pagamento del ticket), così come i costi dei trasporti. Ma soprattutto, i controlli random, realmente contrastano il problema dell’evasione? E l’app Mycicero che bacino di utenza registra?

Controlli per tutti

Forse i controlli sarebbe anche il caso vi fossero per monitorare la quantità e qualità delle corse. Ma in tal caso, Svt preferisce forse omettere le sanzioni, che diversamente dovrebbero fioccare a decine ogni giorno.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Un commento

  1. Io uso i mezzi pubblici per andare al lavoro (linea 12/14), non trovo giusto che per fare 15 minuti di viaggio si paghi 2euro un biglietto da 2 ore perché, una volta scesa, va buttato. Non sarebbe più giusto fare un biglietto da 1ora a 1€?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close