Un accompagnatore speciale per Stefania

STRA. Vivere il paese da non vedente non è cosa facile, viverlo al meglio però è possibile, soprattutto con l’accompagnatore giusto.

Forse avremo incontrato prima o poi lungo la strada di una città una persona non vedente accompagnata da un cane guida. Chissà se sappiamo cosa si cela dietro a questo meraviglioso rapporto, e come si sia arrivati a questo risultato, che comporta un lavoro enorme da fare.

Ce lo racconta Stefania Bovo, cittadina di Stra, che qualche settimana fa ha percorso il proprio paese assieme al suo cane guida e all’Assessore all’Ambiente e territorio, Mario Ferraresso, verificando insieme alcune criticità in qualche tratto di strada, di cui  l’Amministrazione si prenderà cura.

Stefania aveva infatti ricevuto da pochi giorni il cane, donatole dal Lions Padova Certosa, e ha messo a conoscenza l’assessore di alcune problematiche, che mettono in difficoltà l’animale nel suo percorso quotidiano: all’altezza degli attraversamenti pedonali del ponte del Torresino a San Pietro, infatti, le strisce pedonali sono quasi del tutto cancellate, rendendo impossibile al cane riconoscerle ed aiutare Stefania ad attraversare la strada per recarsi nel capoluogo.

I cani vengono addestrati fin da piccolissimi a riconoscere molto bene i comandi ‘destra’, ‘sinistra’ e ‘zebre’, comandi fondamentali per poter aiutare i loro padroni a districarsi nel traffico giornaliero. Al tempo stesso, ci racconta Stefania, vengono evitati alcuni giochi come ad esempio il lancio della palla, o altre distrazioni, che non devono compromettere la formazione dell’animale, che poi da grande “quando è in compagnia del suo padrone per strada è da considerarsi al lavoro a tutti gli effetti. Non deve essere disturbato, chiamato, accarezzato da estranei” – spiega Stefania.

Il cane è stato addestrato da volontari del centro Puppy Walker di Selvazzano in provincia di Padova, e tutte le spese veterinarie ecc. sono state sostenute dal Lions Certosa. Adesso Stefania avrà un anno di tempo per far nascere fra lei e il suo prezioso compagno quel meraviglioso rapporto che si instaura quasi sempre fra un umano e il suo cucciolo. Rapporto che in questo caso è ancora più stretto ed importante. Dopodiché il suo amico a 4 zampe potrà restare sempre con lei, rendendole possibile un’indipendenza e mobilità prima purtroppo non accessibili.

Sara Zanferrari