Il valore delle relazioni

Il tema del branding aziendale è, fra quelli trattati nei contesti aziendali, uno dei più popolari e noi stessi abbiamo avuto modo di trattarlo diverse volte e sotto diversi punti di vista.
Lo spunto che oggi vogliamo offrirvi in merito è molto pratico e, purtroppo, ancora poco applicato nelle aziende del nord est, e mira a sfruttare tutte le potenzialità che un esperto in comunicazione in fatto di relazioni.
I più pratici dell’argomento avranno già capito che il nostro obiettivo non sarà cantare le lodi di un post ben scritto o di una corretta gestione della comunicazione interna aziendale, ma del valore aggiunto che un buon addetto stampa può fornire fungendo da cassa di risonanza per i progetti aziendali.
I più si staranno chiedendo: ma in pratica, un addetto stampa, cosa fa?
Chi s’immagina un addetto stampa come una persona intenta a leggere giornali tutto il giorno cercando di scovarvi il nome della propria azienda non c’entra il bersaglio, così come chi lo immagina dedicato a riflettere sul se e dove posizionare una virgola nel testo che verrà pubblicato sulla prossima brochure.
Difatti il “tipico” addetto stampa è al contempo un giornalista, di quelli di strada: un professionista sempre sul pezzo, a stretto contatto con il pubblico e le istituzioni, con una rubrica telefonica che spesso arriva alle 5 unità.
Ora molti avranno capito le potenzialità di una figura di questo tipo che, generalmente, tendono a concretizzarsi in 3 passi:

  • contatto, ovvero l’individuazione del riferimento giusto da attivare nell’interesse dell’azienda;
  • relazione, ovvero la possibilità di poter contare su una rete di conoscenze che possono facilitare gli obiettivi aziendali;
  • visibilità, garantita dall’entratura nel mondo dei media.

In termini di branding appare evidente quindi la potenzialità che un ufficio stampa, interno o esterno che sia, può fornire. E in un mondo che si sta assuefacendo alla comunicazione digitale spiccare nella vecchia (e sempre importante checché se ne dica) carta stampata è un bel modo per distinguersi.

 

Marco Garbin