Veicoli inquinanti: arriva il contributo

La Regione Veneto ha approvato un bando che mette a disposizione, dei soggetti privati residenti nel Veneto, 500 mila euro di contributo per la rottamazione di veicoli inquinanti e la loro sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale

La Regione del Veneto ha approvato un bando che mette a disposizione, dei soggetti privati residenti nel Veneto, 500 mila euro di contributo per la rottamazione di veicoli inquinanti e la loro sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione.
Rottamando autovetture di categoria M1, esclusivamente adibite al trasporto persone, che appartengono alle classi emissive: benzina Euro 0 ed Euro 1, gasolio Euro 0, Euro 1, Euro 2 ed Euro 3, viene assegnato un contributo per l’acquisto di autoveicoli di categoria M1.

CONTRIBUTI

Il contributo è pari a:

2.000 euro per autoveicoli bifuel (benzina/GPL o benzina/metano) – classe emissiva Euro 6,
3.500 euro per autoveicoli ibridi (benzina/elettrica) – classe emissiva Euro 6,
3.500 euro per autoveicoli veicoli elettrici.
Sono inclusi nell’agevolazione gli autoveicoli da rottamare con doppia alimentazione (bifuel) benzina/metano o benzina/GPL, come riportato sulla carta di circolazione, purché omologati all’origine nella classe emissiva Euro 0 o Euro 1 benzina.

Le istanze di contributo, secondo i modelli predisposti, devono pervenire alla Regione del Veneto – Direzione Ambiente Uo Tutela dell’Atmosfera, entro il 15 ottobre 2017. Per determinare la graduatoria degli ammessi al contributo viene tenuto conto del reddito e dell’ordine cronologico di arrivo delle domande, fino ad esaurimento delle disponibilità finanziarie. I requisiti di ammissione, la documentazione da presentare per richiedere il contributo, le scadenze nonchè le modalità di erogazione del contributo e tutte le informazioni utili sono riportate nel bando disponibile sul sito della Regione del Veneto.

Giorgio Gasco