Verifiche sulla Tari, sos truffe

Veritas mette in guardia i cittadini: non sono nostri dipendenti

È stata segnalata la presenza di persone (dotate di un cartellino con il nome di una società che opera nel campo dell’igiene ambientale) che si qualificano come tecnici e chiedono di entrare nelle case per verificare le bollette della Tari  alla luce di presunti aumenti.«Attenzione» mette in guardia una nota di Veritas «non si tratta di dipendenti Veritas, ma solo di truffatori, il cui unico scopo è entrare negli appartamenti. Veritas informa che nessun proprio dipendente è autorizzato a recarsi nelle case per verificare le bollette. Inoltre, come facilmente verificabile controllando le fatture della Tari, non c’è stato alcun aumento della Tari, il tributo comunale sui rifiuti».I cittadini che dovessero ricevere la visita di queste persone sono quindi invitati a non aprire la porta e a segnalarne la presenza alle forze dell’ordine.

M.N.