"Il veterinario" risponde

Mi presento: sono un gatto. Seconda parte

Rubrica a cura della dott.ssa Nicoletta Mason

La settimana scorsa, abbiamo iniziato a conoscere il gatto, questo animale meraviglioso! Ci siamo lasciati parlando degli ormoni, che il gatto rilascia nell’ambiente e che generano comportamenti e reazioni fisiologico-comportamentali in altri individui della stessa specie che vengono a contatto con esso.

Si distinguono:

  • Feromoni di allarme: rilasciati in situazioni di stress, emessi attraverso l’urina, secrezioni delle ghiandole anali e ghiandole tra gli spazi interdigitali
  • Feromoni sessuali: rilasciati dalle ghiandole facciali poste sulla guancia attraverso lo sfregamento della testa (F2),oppure con l’ urina
  • Feromoni di allomarcatura: favoriscono i legami sociali, sono emessi dalle ghiandole facciali (F4) poste sotto al mento
  • Feromoni territoriali: delimitano il territorio, secreti dalle ghiandole facciali (F3), dagli spazi interdigitali e attraverso le urine
  • Feromoni di attaccamento (apaisine) rilasciati dalle ghiandole sebacee poste sul solco intermammario: sono quelle che permettono al cucciolo appena nato di riconoscere la sua mamma
  • Feromoni sessuali: rilasciati dalle ghiandole sopracaudali (poste sulla faccia dorsale della base della coda) e da quelle sottocaudali, che sono fortemente esplorate durante le interazioni con gli altri gatti e/o animali.

Ma tracce di ormoni si ritrovano anche nelle urine, nella saliva, nelle feci .

Attraverso questi ormoni il gatto “parla” con gli altri gatti , lasciando importanti informazioni su se stesso nel territorio che occupa.

Quando il vostro gatto strofina la sua testa su di voi, non sta solo facendo una coccola, piacevole per entrambi,  ma vi sta anche marcando positivamente, cioè sta sottolineando il concetto che siete di sua proprietà.

La stessa cosa sicuramente gliel’avrete vista fare sulle valigie. Quando viaggiamo, le nostre valigie assumono nuovi odori, che incuriosiscono il nostro gatto e che lo portano a marcare la nostra valigia, per definirne il possesso. Spesso si acciambellano anche all’interno!!

Il gatto dunque, ha una vita di relazione molto più strutturata di quanto comunemente non si creda, alcuni sono convinti sia solo un opportunista, invece è un animale molto sensibile in grado di costruire legami molto complessi con le persone con cui vive, ma anche con gli altri animali presenti nella casa.

Dott.ssa Nicoletta Mason, Medico Veterinario Esperto in Comportamento 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close