Alla Lovat arriva La prima ora del giorno

1 – TUTI – FIORI SOPRA L’INFERNO – LONGANESI
2 – BIGNARDI – STORIA DELLA MIA ANSIA – MONDATORI
3- SANCHEZ – L’AMANTE SILENZIOSO – GARZANTI
4- MILAN – MI VIVI DENTRO – DE AGOSTINI
5- ALLENDE- OLTRE L’INVERNO – FELTRINELLI
6- VARGAS – IL MORSO DELLA RECLUSA – EINAUDI
7- DAMILANO – UN ATOMO DI VERITA’. ALDO MORO E LA FINE DELLA POLITICA IN ITALIA – FELTRINELLI
8- VITALI – NOME D’ARTE DORIS BRILLI

23.03.2018 – ore 18:30 a Villorba

ANNA MARTELLATO presenta LA PRIMA ORA DEL GIORNO (Giunti Editore)
Una ragazza moderna pronta a tutto per affermarsi. Una nonna e un segreto da rivelare. Una storia di coraggio che le porterà lontano in un viaggio che attraversa le generazioni.
Con una voce intensa e solare Anna Martellato racconta tutto questo nel suo romanzo d’esordio. Ambiziosa e determinata, a ventisette anni Zoe sa esattamente cosa vuole: diventare responsabile degli eventi nell’agenzia in cui lavora, dopo anni di studio e gavetta. Mancano solo due settimane a una grande inaugurazione che sarà sotto i riflettori dei media: un’occasione unica per dimostrare al suo capo che è lei la persona giusta per quel posto; e per mettere definitivamente in ombra il suo collega Niccolò. Per questo, quando una mattina si ritrova fra le mani un test di gravidanza positivo, il mondo le crolla addosso. È incinta. Incinta di un uomo non di
sponibile.
Zoe non ha dubbi: è il momento sbagliato, il bambino sbagliato e, lei, una madre sbagliata. C’è solo una persona a cui può rivelare le sue paure: nonna Anna, da sempre sua confidente. Quella nonna esile come un giunco, ma forte come la terra da cui proviene: l’isola di Rodi, con le sue mura dorate e i fiori di ibisco che si arrampicano su ogni balcone. Ed è qui, fra minareti ottomani e cortili profumati, che la nonna condurrà Zoe sul filo della memoria: <perché anche Anna ha un grande segreto da affidarle… Dall’incrocio di due mondi distanti, Zoe sarà costretta a riflettere su molte cose prima di agire: c’è un modo giusto di essere madre?

Pagina a cura del Centro Biblioteche Lovat