Dio attende alla frontiera’ alla 20^ edizione

Il padre missionario si trova attualmente a Marsiglia, originario di Dolo, vede il suo libro ristampato per la 20° volta

Nascosto in ogni pagina vi è l’invito misterioso
di Dio ad Abramo. Ad ogni uomo. “Esci dalla tua
terra!” Terra fisica, mentale o affettiva. Quella
della propria storia, della propria gente o mentalità.
Si rivela oggi urgente nella nostra società
italiana, ancorata ai modi e ai ritmi di “piccolo
mondo antico”.
Uscire, aprirsi all’altro.Dio ti invita ad aprire porte
e finestre di te stesso per saper accogliere il
mondo differente degli altri. A costruire insieme
un mondo nuovo. Non contrapposto. Sì,
Dio attende alla frontiera, che è sempre spazio
di incontro, di confronto e di orizzonti nuovi.
Queste fresche pagine di diario suggerite da incontri
quotidiani a Parigi, Ginevra, a Londra, nel
Sahara con persone o comunità “di frontiera” si
fanno esperienza viva, attuale. Trasformante.
Anche per il lettore.
Ma non è un libro. È un invito forte, insistente,
ad andare alla frontiera della nostra fede, del
nostro mondo. Per vivere valori oggi indispensabili
come l’ascolto, il dialogo, l’empatia, il saper
vivere-insieme pur differenti, l’apertura di mente
e di cuore.
Là Dio ci attende. Da sempre.

Padre Renato Zilio