Fabio Marchese: Ciro Conti e “Belladonna”

Fabio Marchese vive e lavora in Germania, a Francoforte, ma torna spesso nella sua Sicilia dove vive la sua famiglia. Suo padre, Calogero Marchese, classe 1942, è vissuto a lungo in Argentina (là il nome Calogero non esisteva e fu abbreviato in Carlos) dove negli anni 1955-56 frequentò la famosa Esquela Panamericana de Arte che preparava giovani artisti del fumetto ed ebbe insegnanti del calibro di Alberto Breccia, Enrique Vieytes, Tito Menna, Jaquin Albistur, Angel Baristof, Narciso Bayrón, Luis Angel Dominguez, Carlos Freixas, Joao Mottini, Pablo A. Pereyra, Carlos Roume e soprattutto HUGO PRATT!

E l’impronta di quest’ultimo auterevole insegnante deve essersi tramandata di padre in figlio perchè nel tratto di Fabio Marchese emerge tutta la sua passione per il bianco e nero Prattiano. Ciro Conti è il protagonista del graphic novel “BELLADONNA” che questo giovane autore dalla penna felice sta portando avanti e indietro per mezza europa…

Chi è Ciro Conti? Ciro Conti è di un uomo elegante, colto, di bell’ aspetto; ama le donne, ed é un conoscitore dell’animo femminile.Vive nella cittá di Francoforte sul Meno. Si guadagna da vivere facendo l’accompagnatore di signore. Da questa “professione” apparentemente innocua, viene spesso coinvolto in situazioni pericolose e misteriose, in una società che apparentemente è perbene. Al suo fianco, troviamo Oliver Schulz investigatore privato, specializzato in relazioni extraconiugali nonché amico fidato. Si trova volentieri ad aiutare Ciro sugli avvenimenti nei quali è coinvolto, e si scontra spesso con il commissario della omicidi Otto Cymbalak, uomo panciuto e brontolone, che nel tentativo di compiere bene il proprio lavoro, incrocia le vie di Ciro, provocando spesso incomprensioni e conflitti”.

Com’è nata l’idea del personaggio? Ti sei ispirato a qualcuno in particolare? “L’idea nacque nel 1999 per una rivista italo-tedesca, a quei tempi l’editore lasciandomi ampio spazio mi chiese di creare una storia con un personaggio italiano, così ispirandomi un po’ al film American Gigolo, creai “Ciro Conti”, scrivendogli una storia intitolata Giustizia personale, che fu pubblicata ad episodi per la rivista. Dopo un breve periodo purtroppo con la chiusura della casa editrice si interruppe la pubblicazione degli altri episodi. Così dopo anni decisi di riprendere il mio personaggio, creando una nuova storia che ho pubblicato in un volume dal titolo Belladonna“.

Il volume “BELLADONNA” è stato tradotto in più lingue, quali? Dove si può acquistare? “Sì infatti, ho avuto l’idea di farlo tradurre dall’italiano nelle lingue tedesca, inglese e francese. L’albo è disponibile su Amazon“.

Esiste una versione di “BELLADONNA” con il marchio Amazon, di cosa si tratta? “Oltre alla versione cartonata pubblicata dalla BookSprint edizioni, sono disponibili, in quattro lingue, i volumi brossurati  stampati e pubblicati da Amazon. Alcune copie sono state stampate in accordo, con il loro logo sulla copertina, anche se risulta come pubblicazione indipendente. In seguito per alcuni motivi, pur continuando a stampare e pubblicare con Amazon, ho voluto sostituire il loro marchio con Margravio, marchio di mia appartenenza che ho fatto registrare in Germania, dove io vivo”.

So che di recente hai partecipato al Salone Internazionale del Fumetto di Erlangen, in Germania. Come è andata? “È stata una bella esperienza durata quattro giorni, che mi ha anche consentito di conoscere gente molto utile del settore. Era la prima volta che presentavo il mio fumetto ad un pubblico internazionale, soprattutto tedesco. È andata piuttosto bene, meglio di quanto mi aspettavo, infatti oltre ad avere avuto un gran consenso dai lettori, sono riuscito anche a vendere molte copie del mio fumetto in tutte quattro le lingue. Nella lingua tedesca già il secondo giorno avevo esaurito tutti gli albi che avevo portato con me. Addirittura sono riuscito a vendere anche una copia alla quale si era rovinata la copertina durante il trasporto, era l’ultima copia e il lettore non ha voluto privarsi del mio albo. Naturalmente gli ho fatto uno sconto”.

Stai lavorando ad una nuova avventura di Ciro Conti; puoi anticipare qualcosa della storia e mostrare qualche tavola o sketch? “In questa seconda avventura di Ciro Conti oltre al filone erotico, che è di casa data la professione del personaggio, ci sarà più azione, più intrecci, entreranno in ballo alcuni temi come il vaticano e la massoneria… naturalmente farò conoscere altri aspetti del personaggio, questo avverrà ad ogni storia successiva… non posso dire di più… ma metto a disposizione un paio di tavole e qualche Sketch”.

Hai altri progetti nel cassetto? “Oltre a molte altre avventure di Ciro Conti, altri due progetti, un nuovo personaggio con storie che hanno a che fare con il soprannaturale, di cui ti ho già parlato e sul quale molto probabilmente lavoreremo insieme, almeno questo è la nostra intenzione. L’altra storia è sulla fantascienza, quest’ultimo progetto per quanto mi riguarda è complesso… ma mi sta molto a cuore”.

Luca Pozza