I Lovat incontrano il comandante della Forestale Daniele Zovi

1- CAMILLERI – IL METODO CATALANOTTI – SELLERIO
2- PULIXI – LO STUPORE DELLA NOTTE – RIZZOLI
3- TUTI – FIORI SOPRA L’INVERNO – LONGANESI
4- ROTH – PASTORALE AMERICANA – EINAUDI
5- HONEYMAN – ELEANOR OLIPHANT STA BENISSIMO – GARZANTI
6- DICKER – LA SCOMPARSA DI STEPHANIE MAILER -LA NAVE DI TESEO
7-TARGHETTA – LE VITE POTENZIALI – MONDADORI
8- FLORIS – ULTIMO BANCO – SOLFERINO

29.06.2018 – ore 18:30 a Villorba

DANIELE ZOVI presenta ALBERI SAPIENTI, ANTICHE FORESTE
Talvolta e’ un sussurro, altre volte strepiti e grida. E’ come se le piante parlassero tra loro.» Camminatore infaticabile e sensibilissimo osservatore della natura, Daniele Zovi, negli anni, questi suoni ha imparato ad ascoltarli e interpretarli ha attraversato i sentieri che tagliano i boschi alpini di conifere, ha perlustrato le antiche foreste croate e slovene, si è arrampicato fino alle cime dei Picos de Europa, in Spagna, ha contemplato il più vecchio eucalipto al mondo, il Giant Tingle Tree, in Australia; seguito i semi dell’abete rosso vorticare nel vento prima di atterrare sulla neve o la chioma contorta di secolari pioppi bianchi grandi come piazze; ha rincorso le specie pioniere, gli alberi coloni che si sviluppano in territori abbandonati; analizzato cortecce e radici, fronde e resine… Un bosco, ci dice, non è solo l’insieme degli alberi che lo compongono, e neppure la somma di flora e fauna. Un bosco è il risultato di azioni e reazioni, alleanze e competizioni, crescita e crolli. Un mondo mobile, che sebbene continuiamo a sforzarci di studiare e catalogare, limitare e controllare, resterà sempre un selvaggio, vibrante spazio di meraviglia. Zovi guida il lettore in questo spazio, addentrandosi sempre più nel folto della foresta, alla ricerca dello spirito del bosco. Una ricerca che, pagina dopo pagina, appare sempre più come una ricerca del nostro spirito.

Pagina a cura del Centro Biblioteche Lovat