L’unico giorno del mondo

È uscito il primo romanzo dello scrittore padovano Diego Zilio

C’è un unico giorno, nel mondo di Erica. Domani e altrove sono parole che per lei non esistono, costretta com’è a vivere sempre le stesse ventiquattro ore, sempre nello stesso caffè di Trieste. A Matteo, diciannovenne fresco di diploma, ospite nella casa del vecchio e burbero zio Nicola, il ritratto sputato dell’attore Ernest Borgnine,  il compito di provare a salvarla, di regalare a quelle due parole un significato e a Erica un altro futuro. Ma, per riuscirci, dovrà prima compiere un’impresa altrettanto difficile: diventare un uomo.

A volerla riassumere in poche righe è questa la trama di L’unico giorno del mondo, primo romanzo dello scrittore e giornalista padovano Diego Zilio, primo romanzo, che arriva, però, dopo due raccolte di racconti. «È una storia semplice, ma allo stesso tempo complicata» spiega l’autore. «La storia di un amore che fatica a sbocciare, ma anche un libro sulla memoria e i ricordi, in parte ispirato dalla vicenda di Henry Gustav Molaison, conosciuto nei testi di neuropsicologia come H.M., uno dei casi clinici più famosi e studiati nella storia della medicina. La sua vicenda è stata lo spunto per arrivare altrove». La narrazione intervalla, infatti, il racconto delle serate trascorse assieme da Erica e Matteo alle pagine del diario della ragazza, che affida alla carta il ricordo della sua infanzia, di come abbia perso la madre e del giorno che le ha cambiato la vita. Diego Zilio è nato nell’aprile del 1980 e vive a Cittadella (Padova).

Laureato in Scienze della comunicazione con una tesi sull’analisi semiotica del linguaggio pubblicitario, giornalista, scrive per il quotidiano “Il mattino di Padova” ed è responsabile di alcuni uffici stampa. Ha pubblicato con Panda Edizioni, nel 2010, “L’undicesimo pensiero”, una raccolta di racconti, così come “Paris brucia” (Alcheringa Edizioni, 2013). Per i suoi racconti ha ottenuto diversi riconoscimenti, vincendo, tra gli altri, un’edizione di “Scritti al Bo”, il “Premio Subway” 2010 e, nel 2015, il “Premio Grotte della Gurfa”, in Sicilia. Ulteriori informazioni si possono trovare nel sito della casa editrice, www.pandaedizioni.it e nel blog dell’autore, www.lundicesimopensiero.it.

Giancarlo Noviello