Un buon compleanno con la pistola

Cos’è l’Onore? Tutti noi potremmo assegnare a questa parola un significato e una valenza differente, a seconda delle nostre esperienze di vita. Ma è fuori di dubbio che alla parola Onore, quella con la “O” maiuscola si deve, o per lo meno si dovrebbe, assegnare un solo significato: mantenere la parola data. Ecco la differenza tra un “buono” da un “cattivo”. Se il buono mantiene la parola data per la sua valenza, il cattivo calcola se gli conviene o meno.
Ma quanto è sottile il confine fra l’essere buono e l’essere cattivo? Chi decide cosa sia buono e cosa sia cattivo? Qual è la linea di demarcazione fra le due sponde del fiume della vita? Bella domanda. Forse tra la distinzione tra giusti e no. Il “Giusto” cerca in tutti i modi di perseguire il “Bene”. Chi persegue il “Male” farà la scelta giusta secondo la sua coscienza interferendo con le scelte di chi lo circonda. Molto spesso il “Giusto” vive la sua vita quasi in solitudine, perché non vuole interferire le sfere altrui. Solitudine non solo fisica, ma molto spesso “spirituale”. Anche in mezzo a mille persone. Come si può diventare un “Giusto”? Con la Redenzione, fermandosi a riflettere, valutando le scelte. E’ questo che spiega nel suo primo libro Claudio Talanti. Un libro autoprodotto, scritto di getto, con molti riferimenti personali che lascia al lettore il gusto della scoperta.

Nei progetti del manager padovano, ora dedicatosi al romanzo, in programma anche un “continuum” a data ancora da destinarsi. Ma per ora, solo buona lettura e…Happy Birthday!!

A.C.M.