Farmaci dei servizi. Si parte?

La Regione Veneto con Deliberazione della Giunta Regionale n.279 del 14 marzo 2017 ha definito il nuovo prezzo di rimborso a ribasso degli ausili per i pazienti diabetici.

Il prezzo di rimborso delle striscette da utilizzare per il monitoraggio del diabete, previsto dalla suddetta nuova delibera, di fatto ha portato e porterà entro il 2019, termine di efficacia della delibera, ad una riduzione del 50% del prezzo di rimborso, passando da un rimborso/striscia di 0,71 euro del 2009 ad un rimborso di 0,365 euro dal 1.1.2019 per le farmacie urbane, sacrificio questo richiesto alle farmacie per quanto riguarda la distribuzione degli ausili nelle farmacie territoriali con l’utilizzo della Piattaforma Webcare, messa a disposizione da Federfarma Veneto.

Su 60 milioni di striscette che annualmente vengono erogate attraverso le farmacie venete la Regione Veneto in questo modo, rispetto al prezzo del 2009, registra un risparmio, con riferimento al prezzo che sarà rimborsato a far data dal 1° gennaio 2019, di oltre 20 milioni di euro l’anno. Risparmio questo che si traduce in un mancato introito per le farmacie del territorio solo in parte mitigato da una revisione parziale del prezzo al ribasso da parte delle Aziende produttrici e da parte della Distribuzione Intermedia, che di volta in volta hanno rivisto il prezzo dei listini in valore percentuale rispetto alla riduzione del rimborso, ma di fatto, riducendo in modo importante la marginalità delle farmacie in valore assoluto.

Certamente un buon punto di partenza per la Farmacia dei Servizi nel Veneto, ma affinché tutto questo possa divenire sostenibile serve la collaborazione della Regione, delle Asl e delle rappresentanze sindacali delle singole farmacie.

Dott. Lucio Zanetti