Federfarma e ANCI per la salute dei cittadini

Una stretta alleanza tra farmacie e Comuni, che possa avere un peso nelle decisioni strategiche nazionali e regionali, per tutelare la salute di tutti i cittadini, anche degli abitanti dei piccoli centri. Questo quanto è emerso nel corso del convegno organizzato a Milano da Anci Lombardia e Federfarma Lombardia dal titolo ‘La farmacia: un servizio essenziale per i cittadini’. Le farmacie, soprattutto quelle rurali, possono contribuire a veicolare messaggi importanti per la popolazione, avvertire di iniziative e nuovi servizi dei Comuni, oltreché assolvere alla funzione primaria di presidio sanitario avanzato sul territorio.

“La farmacia Italiana è presente in tutti i Comuni ed è il primo punto di riferimento socio-sanitario sul territorio, nei piccoli Comuni spesso è anche l’unico”  ha dichiarato Annarosa Racca, Presidente Federfarma. “L’alleanza tra Farmacie e Amministrazioni comunali è una risorsa per la collettività nel migliorare i servizi destinati ad una popolazione che invecchia e con un aumento delle malattie croniche”.
È importante quindi che “i sindaci assicurino attenzione alle piccole farmacie, un presidio per aiutare soprattutto le fasce deboli della popolazione” sottolinea  Antonio Mobilia, Presidente Federsanità Anci Lombardia. “Le farmacie sono ancora un caposaldo dei servizi ai cittadini soprattutto nei piccoli Comuni, dove gli abitanti si interfacciano con il loro medico di base e il farmacista, in uno spazio dove vengono espletati anche molti altri servizi”.

La farmacia rurale è oggi, in alcuni piccoli Comuni della provincia italiana, l’unico punto di riferimento della popolazione. “Laddove hanno chiuso i piccoli esercizi commerciali, l’ufficio Postale, le stazioni dei Carabinieri, le scuole, e spesso anche le parrocchie, il farmacista è sempre a disposizione”. Spiega Alfredo Orlandi, Presidente Nazionale Sunifar, Sindacato Unitario dei Farmacisti Rurali. “In queste piccole realtà, dove il medico di medicina generale è presente poche ore alla settimana, la farmacia è presidio del SSN sul territorio e offre servizi, ad oggi non pagati, né riconosciuti”.

Dott. Lucio Zanetti