Incontro formativo sulla ludopatia a Fiesso d’Artico mercoledì 11 aprile

FIESSO D’ARTICO. “Tutto è partito dalla richiesta da parte della Prefettura di Venezia di disponibilità ai vari comuni di fare informazione sul territorio per questo problema”, racconta il sindaco Andrea Martellato.

E’ così che si terrà in sala consiliare a Fiesso d’Artico, mercoledì 11 aprile alle 10.00, un  incontro formativo aperto alla cittadinanza sul tema del gioco d’azzardo patologico, al fine di rafforzare la cultura della legalità e della responsabilità etica e con lo scopo di evidenziare i pericoli e i rischi connessi a questa attività.

L’incontro, organizzato di concerto con i sindaci del territorio, ed in collaborazione con la Prefettura di Venezia e con l’Azienda ULSS 3 Serenissima, vuole informare il più possibile su tutti i rischi e le responsabilità in modo da stimolare la prevenzione e il contrasto del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela delle fasce più deboli.

L’evento è parte di un progetto più ampio, condiviso in conferenza dei sindaci che promuoveranno questa attenzione, e che coinvolgerà anche i medici di famiglia, le scuole, le associazioni di categoria, soprattutto coloro che sono sensibili a queste attività.

Sul tavolo molte proposte fra i comuni della Riviera, in modo da avere comportamenti e regolamentazioni comuni fra tutti e così contrastare la ‘migrazione’ da un luogo all’altro delle persone affette da questa che a tutti gli effetti è una malattia.

All’incontro prenderanno parte responsabili di Carabinieri, Polizia, Guarda di Finanza, USL 3 Serenissima col Dr. Cibin. “Ci saranno anche testimonianze di titolari di bar che hanno scelto di togliere le slot machine dai propri locali – continua Martellato – L’idea è di limitare il più possiible questi accadimenti, che hanno ricadute molto pesanti in termini di costi economici, sociali e di salute prima sulle famiglie e poi sulla comunità intera”.

Sara Zanferrari