La Conferenza dei servizi dà il via libera al nuovo Pronto Soccorso di Dolo

Ora tocca alla Ctr regionale e poi al via il bando di gara

Procede secondo la tabella di marcia prestabilita il lungo iter amministrativo per l’approvazione del progetto del nuovo Pronto Soccorso di Dolo. Dopo l’approvazione della Commissione Regionale per l’Investimento in Tecnologia ed Edilizia (CRITE), il progetto è approdato al tavolo della Conferenza dei Servizi che si è riunita ieri nella sede dell’Ulss 3 Serenissima a Mirano.
All’incontro hanno partecipato, oltre alla Regione Veneto e all’Azienda sanitaria, il Comune di Dolo e Veritas. Dopo la presentazione del progetto da parte dei tecnici dell’Ulss 3 Serenissima, è stata data lettura del parere dei Vigili del Fuoco e del parere di conformità urbanistica espresso dal Comune di Dolo. La Conferenza dei Servizi ha inoltre acquisito durante l’incontro il parere favorevole e le prescrizioni di Veritas, oltre alle osservazioni del Consorzio Acque Risorgive. Si attende ora il parere della Commissione Tecnica Regionale (CTR), già convocata per il 19 gennaio; ottenuta anche questa valutazione il progetto sarà sottoposto alla fase di validazione da parte dello Studio già incaricato dall’Azienda sanitaria, e potrà così essere formalmente posto in gara. Per accelerare l’iter, i competenti uffici dell’Ulss 3 Serenissima hanno già predisposto il capitolato di gara relativo al progetto.
L’Azienda sanitari esprime soddisfazione per l’acquisizione dei pareri necessari e guarda con fiducia al completamento di un iter autorizzativo che vede al tavolo molti soggetti. La piena collaborazione verificata in questa fase permette di guardare con fiducia all’ulteriore percorso che attende il progetto.
Il nuovo Pronto Soccorso di Dolo sarà un edificio che sorgerà ex novo alle spalle dell’ingresso dell’Ospedale, dove una volta era collocato il vecchio PS. Un nuovo edificio di 1800 metri quadrati, il cui costo sarà pari a circa 4 milioni e mezzo. Un incremento, rispetto alla prima ipotesi di progettazione, sia a livello economico che di dimensioni, che è dovuto all’aver rimodulato la nuova struttura per consentire la futura sopraelevazione del PS di ulteriori tre piani (Terapia Intensiva e Reparti di Lungodegenza) e la realizzazione dei gruppi scale-ascensori funzionali alla stessa. Un progetto che ha tenuto conto della umanizzazione dei luoghi di assistenza e cura: corridoi con ampie vetrate, luce naturale per ogni ambiente e ampie prospettive sui giardini interni, stanze molto accoglienti con arredi moderni e dotate di tecnologie all’avanguardia.
“Stiamo completando l’iter – ha spiegato il direttore generale della Ulss 3 Serenissima Giuseppe Dal Ben – per restituire all’Ospedale di Dolo e ai cittadini il Pronto Soccorso che meritano e attendono da anni. Sarà una struttura moderna e tecnologicamente avanzata, pronta per ogni tipo di emergenza e attrezzata per garantire un’attesa e una cura di qualità”.

L.P.