L’uso scorretto dei farmaci

Fra le persone che usano farmaci sono molte quelle che subiscono gli effetti dannosi dovuti ad un uso irregolare e scorretto del medicinale.

questo può accadere sia per la mancanza di un’informazione chiara, sia perché non ricordandosi di aver preso il farmaco può succedere di prendere una dose ripetuta dello stesso. Difficoltà possono nascere anche da un possibile stato confusionale del malato e ciò non è necessariamente dovuto alla senilità, ma può essere causato anche dalle stesse cure farmacologiche, specialmente se il soggetto assume molti farmaci o un sedativo.

le istruzioni contenute nel foglietto illustrativo (il c.d. “bugiardino”) devono essere lette e seguite con scrupolo: se non è in grado di farlo direttamente il malato può farlo chi si prende cura di lui o il farmacista.

Per evitare dannosi errori può risultare conveniente anche usare speciali contenitori monodose, che aiutino a verificare se il farmaco è stato assunto o meno e nello stesso tempo impediscono di assumere più dosi di quanto stabilito.

Nonostante queste precauzioni è normale che vengano commessi errori od omissioni nelle terapie; è perciò opportuno semplificare al massimo le prescrizioni e indicare con chiarezza quanto debbano essere rigorosamente rispettate.

del Dott. Lucio Zanetti

dott-lucio-zanetti-1-1-1