Maggio mese delle intolleranze al glutine

Consulti gratuiti in farmacia

Circa il 10% degli italiani ha avuto o potrebbe avere problemi con il glutine, causa o concausa riconosciuta di celiachia, sensibilità al glutine non celiaca, sindrome dell’intestino irritabile e allergia al grano.

Mal di testa, dolori addominali, o anche semplice stanchezza: tutti sintomi comuni, ma che potrebbero essere ricondotti al glutine. La sostanza proteica contenuta in grano e frumento è infatti sempre più spesso riconosciuta come causa o concausa di celiachia, sensibilità al glutine non celiaca, sindrome dell’intestino irritabile e allergia al grano. Un fenomeno da non sottovalutare, perché secondo gli esperti circa il 10% degli italiani ha avuto o potrebbe avere problemi con il glutine. E soprattutto, molti di questi non sono a conoscenza di essere affetti da questi disturbi, e sottovalutano quelli che invece potrebbero esserne i sintomi.

Proprio allo scopo di promuovere un’informazione corretta e fornire consigli utili a pazienti colpiti da patologie riconducibili all’alimentazione senza glutine, o a chi ancora deve acquisire consapevolezza sul tema, Schär, leader europeo nel mercato del senza glutine, e ADI Associazione Italiana di Dietetica e di Nutrizione Clinica, in occasione del Mese delle Intolleranze al Glutine, hanno organizzato 22 incontri informativi in farmacia su tutto il territorio del Veneto, in particolare: 3 in provincia di Venezia, 5 in provincia di Verona, 6 in provincia di Vicenza, 1 in provincia di Rovigo, 3 in provincia di Padova, 4 in provincia di Treviso.

Dott. Lucio Zanetti