Moreno Scevola nuovo primario del reparto di Medicina

Il direttore generale della Ulss 13 Giuseppe Dal Ben ha nominato il nuovo primario di Medicina dell’Ospedale di Dolo: è Moreno Scevola, che manterrà “ad interim” anche l’apicalità di Lungodegenza della Ulss 13. Il dottor Scevola subentra così al dottor Giuseppe Marin, precedente primario della Medicina di Dolo, che da qualche mese è andato in pensione. “Questa nomina – ha dichiarato il neo primario – è per me una sorta di ritorno alle origini. Ho cominciato, infatti, la mia carriera in sanità proprio come internista in medicina. Dopo tanti anni in lungodegenza, era importante rimettersi in gioco. Ringrazio il Dg Dal Ben per questa opportunità su cui sto già lavorando per non deludere né lui né i pazienti che afferiscono a questo servizio”.
Il dottor Scevola, classe ’56, si è laureato a Padova in Medicina e Chirurgia nel 1981. Successivamente si è specializzato in Gastroenterologia, in Pneumologia e Medicina. Per questa ultima specialità ha frequentato il reparto dell’Ospedale di Verona agli inizi degli anni Novanta. Successivamente ha perfezionato l’attività endoscopica e di broncoscopia prima a Rovigo, poi a Brescia e, infine, ad Ancona. Nel frattempo, nel 1984, il dottor Scevola ha lavorato come internista nella Medicina di Mirano e, proprio qui, a partire dal 1988, ha gestito la attività di Endoscopia e Pneumologia. Nel 2008 diventa primario di Lungodegenza e si sposta a Noale dove riesce ad integrare benissimo questo reparto con quello di geriatria. Dal primo dicembre 2016 è operativo nel reparto di Medicina di Dolo come primario.
Il reparto di Medicina di Dolo è ubicato nel blocco C al terzo piano del nuovo monoblocco dell’Ospedale dolese. E’ costituito da 60 posti letto più altri 6 di gastroenterologia. Vi lavorano 13 medici più il primario e una sessantina tra infermieri ed oss.
“La Medicina di Dolo – ha evidenziato il direttore generale della Ulss 13 Giuseppe Dal Ben – è uno di quei servizi a cui era importante garantire una figura professionale del livello eccellente del dottor Scevola, che ha tutte le carte in regola per continuare e, sicuramente, anche migliorare, il lavoro ben fatto dal suo predecessore. Buon lavoro”.

L. P.