Ok definitivo a scheda ospedaliera Castelfranco-Iov.

Assessore Coletto: “specializzazione e qualità senza togliere nulla al resto”

Ha preso forma definitiva, con l’approvazione finale in Giunta regionale della relativa scheda ospedaliera proposta dall’Assessore alla Sanità, il futuro dell’Ospedale di Castelfranco Veneto.

La struttura sarà composta da 186 posti letto per acuti di tipo “generalista” e da altri 138 letti dedicati all’attività dell’Istituto Oncologico Veneto – IOV – di Padova, una cui nuova parte significativa si attiva a Castelfranco.

“Con questa scelta – fa notare l’Assessore – dimostriamo di aver saputo accogliere le istanze che sono arrivate dal territorio, dando corpo a un’organizzazione che introduce un’eccellenza straordinaria come la lotta al tumore, senza togliere nulla all’attività tradizionale di un ospedale di rete per acuti. Siamo di fronte a un ospedale arricchito di contenuti, professionalità e tecnologie – conclude il responsabile della sanità veneta – che cresce in qualità, modernità e importanza nel panorama sanitario non solo regionale”.

La scheda prevede 113 letti di area medica, 70 dei quali dedicati alla Medicina Generale; 35 di area chirurgica di cui 25 di Chirurgia Generale e 10 di Ortopedia; 30 di area materno infantile, di cui 20 di Ostetricia, 7 di Pediatria e 3 di Patologia Neonatale; 8 di terapia intensiva; 4 di area Servizi di Diagnosi e Cura. E’ prevista anche l’attivazione di 25 posti letto di Ospedale di Comunità.

L’Istituto Oncologico Veneto potrà contare su 38 posti letto di area medica; 80 di area chirurgica; 6 di terapia intensiva; 14 di Riabilitazione Oncologica. 25 letti verranno infine aggiunti per i pazienti provenienti da fuori regione.

Giorgio Gasco