Test del sangue solo in farmacia

Solo nelle farmacie è possibile effettuare i test di autocontrollo del sangue. Non negli esercizi di vicinato o nei punti vendita della media e grande distribuzione. Il fatto che in queste strutture sia stata ammessa la vendita di farmaci senza ricetta non significa che tale liberalizzazione sia avvenuta anche per le cosiddette «prestazioni analitiche di prima istanza», come i test di autocontrollo di alcuni valori del sangue (trigliceridi, colesterolo, glicemia).
Lo ha chiarito la Corte costituzionale che ha dichiarato illegittima una norma di una legge della regione Piemonte nella parte in cui ampliava la platea di esercizi commerciali abilitati ad effettuare gli screening sanitari includendovi anche quelli a cui la legge statale consente la vendita di medicinali. Nella sentenza, depositata in cancelleria, la Corte ha precisato che, nonostante gli interventi di liberalizzazione sulla vendita dei farmaci, «nessuna facoltà è stata riconosciuta in capo agli esercizi commerciali diversi dalle farmacie convenzionate con il Servizio sanitario nazionale». Pertanto, non può esservi dubbio sul fatto che la legge statale limiti «alle sole farmacie la possibilità di effettuare le prestazioni analitiche di autocontrollo» e che quindi una legge come quella del Piemonte si pone «in chiaro contrasto con la legislazione statale» competente in materia.

Dott. Lucio Zanetti