"Si dice che ..."

…una rondine non fa primavera

Una rondine non fa primavera è un’espressione che ha il suo tempo ed è conosciuta da molti. Compare nell’Etica Nicomachea di Aristotele, è stata ripresa nel pensiero filosofico successivoed è entrata nel pensiero comune.

Come si muove la rondine

Nella cultura diffusa è un monito per ricordare che le rondini si muovono in stormi. L’arrivo di una sola rondine non determina il cambio di stagione: può essere solamente un volo solitario. Così un evento isolato non deve portare a trarre conclusioni.

Singole azioni, compiute in modo sporadico e casuale, non fanno una costanza di azione.

Un atto buono non fa un uomo buono

Un atto buono non fa dell’uomo che l’ha compiuto un uomo buono, così un atto cattivo non fa dello stesso uomo un uomo cattivo.

Un’azione compiuta con competenza non fa di quella persona una persona competente. Da qualche altra parte ho scritto che “Sai fare davvero una cosa soltanto se puoi ripeterla con lo stesso risultato”.

La fortuna e la casualità fanno compiere atti unici. Il sapere e la competenza fanno compiere atti identici e ripetuti. Così è anche per l’affidabilità. Le persone affidabili sono prevedibili nei comportamenti. Si ha verso di loro una attesa di comportamento che è rispettata. Si sa che quella persona rispetterà la parola, i patti, compierà il lavoro che le è stato affidato perché abitualmente si comporta così.

L’affidabilità è una delle chiavi della fiducia come la rondine che torna al nido

L’affidabilità è una delle chiavi della fiducia. L’affidabilità è uno stormo di rondini che ritornano allo stesso nido.

L’essere umano, seppur portato al cambiamento, ha la necessità di un vivere stabile, in un tessuto sociale affidabile. Può sviluppare una buona gestione del cambiamento e ottima resilienza ma un conto è rispondere ai cambiamenti della vita un altro è essere esposti come una bandiera ai quattro venti. La bandiera a lungo andare si lacera.

Così gli esseri umani si guardano attorno alla ricerca di stormi di rondini. Guardano in alto per vedere se in cielo ci sono nubi, perché una sola giornata di sole non determina una lunga buona stagione.

Gli esseri umani ricercano buone stagioni e stormi di rondini perché desiderano la felicità, quella che non risiede nelle tempeste e nelle azioni singole senza capo e coda.

di Alessandra Marconato, Direttore Responsabile di 78PAGINE.www.78srl.it/78pagine

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close