Clint Eastwood ciak si gira

Un mito gira a Venezia

Venezia – Giorni di riprese. Stazione di Santa Lucia blindata per permettere a Clint Eastwood di cominciare le riprese veneziane del suo nuovo film “The 15:17 to Paris”. Il grande regista statunitense è arrivato sul set puntuale, accolto da una folla di fan e curiosi. Continua così il sodalizio tra lo storico attore di western e il capoluogo veneto, il cui apice è forse stato il Leone d’Oro alla carriera tributato a Eastwood nel 2000.

Cappello di paglia e camicia a maniche corte, Clint si è subito messo all’opera nell’area antistante la stazione. Alle riprese parteciperanno le centinaia di comparse scritturate nei giorni scorsi e scelte tra le migliaia di domande pervenute alla produzione.

Inevitabilmente la presenza di tante persone comporterà dei mutamenti all’interno del regolare flusso di traffico terrestre e acqueo; con il piazzale della stazione dei treni, piazza San Marco, Rialto e Canal grande a fare da luoghi chiave dei tre giorni di riprese. Quest’ultime prenderanno il via mercoledì, dalle 7.30 alle 13 verrà occupato il tratto di riva pubblica davanti alla sede della Regione nel palazzo delle Ferrovie, tra l’ormeggio dei Gran Turismo e il ponte di Calatrava. Dalle 9 alle 13 sarà occupato il tratto di riva pubblica davanti alla stazione tra le fermate Actv delle linee 1 e 2.

Dalle 16 alle 22 saranno occupate anche le rive pubbliche di Campo San Vidal e Fondamenta Barbaro per l’ormeggio delle unità di servizio. Rialto farà da protagonista giovedì 17, quando intorno a Campo de L’Erbaria e Ruga degli Oresi verrà limitata la circolazione pedonale. Da lì la troupe si sposterà a Canal Grande e successivamente agli approdi Actv di Santa Maria del Giglio e della Salute. L’ultimo giorno di riprese, il gran finale, è riservato a piazza San Marco: venerdì 18 agosto, dalle 14 alle 21.30, verrà occupato il pontile comunale del Molo di San Marco.

Giorgio Gasco