‘Isola delle meraviglie’ 2017 a Dolo

DOLO. Dal 29 agosto al 1 settembre si riapre il cantiere de ‘L’isola delle meraviglie’, il progetto iniziato nel 2005 e giunto alla sua sesta edizione, con uno sguardo verso il mondo ed il futuro che vedrà esibirsi artisti italiani ed internazionali, musicisti, acrobati, artisti di strada, un coro multietnico, coreografi e danzatori, con l’obiettivo di lasciare un segno soprattutto di apertura culturale ad altri mondi nella città di Dolo, ed in particolare nel centro storico.

Si inizia quindi a ricostruire un progetto, declinandolo non come semplice calendario di spettacoli, ma come ambito di produzione e progettazione attraverso residenze artistiche e laboratori.

La sera del 30 agosto in piazza cantiere, alle 21.15, si svolgerà il Circo contemporaneo CIRCO ZOE’ – NAUFRAGATA

Solcando le onde della creatività, il Circo Zoé proporrà di vivere un viaggio inedito, al ritmo dei tamburi che scandiscono i movimenti, sulle note della fisarmonica che accompagna le evoluzioni dell’equipaggio, tra i salti mortali degli acrobati, le figure aeree delle protagoniste di questa avventura. Naufragata, come un grande naufragio collettivo, come un momento conviviale in cui il rischio prevale sulla certezza.

Il 31 agosto in piazza Cantiere ed allo Squero Monumentale, sempre alle 21.15, Canto di strada, concerto – performance del Coro ‘Voci dal mondo’ e Giuseppina Casarin in ‘L’isola canta Sing for me’, italiani e stranieri protagonisti di un incontro tra le musiche. Questo spettacolo, ideato e diretto da Giuseppina Casarin con le persone del Coro Voci dal Mondo è il risultato di un laboratorio cittadino a cui hanno partecipato cittadini italiani, stranieri, richiedenti asilo e rifugiati ospiti nei diversi progetti di accoglienza presenti nel nostro territorio e mette in scena canti e musiche che oggi non hanno né riconoscimento né cittadinanza e che appartengono al sound nascosto delle comunità in cui viviamo. Musiche che spesso rimangono esclusivamente nella memoria delle persone che le portano con sé insieme alla loro storia di vita.

Il 1 settembre, nuovamente alle 21.15,  si svolgerà il Teatro di strada allo Squero Monumentale col Teatro dei venti, che si esibirà in ‘Draaago’, spettacolo liberamente tratto da “Il Drago” di Evgenij Schwarz, classica sfida tra Cavaliere e Drago, che però attraverso l’utilizzo delle tecniche del teatro di strada, trampoli, bastoni infuocati, 7 maschere giganti, sputafuoco, macchine teatrali, un drago alto 5 metri, cavalli rachitici e altre scenografie mobili, farà meravigliare e sognare sia grandi che bambini.

Gli spettacoli saranno ad ingresso libero ed in caso di maltempo saranno rinviati a data da destinarsi.

Per informazioni: Echidna/paesaggio culturale tel. 041 412500 – 340 9446568. O sul sito del Comune di Dolo: www.comune. dolo.ve.it

Sara Zanferrari