La Filarmonica di Mirano incanta la piazza

MIRANO. Sabato scorso in Piazza Martiri la Banda Filarmonica di Mirano diretta dal Maestro Stefano Corrò ha tenuto un concerto molto partecipato, nonostante il cado afoso.

I 55 musicisti già in piazza dalle 20 per le prove, col caldo  che la faceva da padrone, hanno iniziato a ripassare i brani più difficoltosi che sarebbero poi andati ad eseguire per il pubblico. Alle 21 in punto il vicino bar  ha abbassato il volume della musica, in modo da poter sentire ed apprezzare la musica ‘dal vivo’ della Filarmonica, che a a Mirano suona dal lontano 1849.  La Banda è stata fondata durante il breve periodo durante il quale la città di Mirano  è stata sotto  l’occupazione austro-ungarica, e negli anni opera azioni di insegnamento musicale  ai ragazzi, esegue concerti, soprattutto durante le feste religiose più sentite dai Miranesi.

Il Maestro ha voluto scegliere una serie di brani ‘operistici’ per la prima parte del concerto, per poi passare nella seconda parte ai brani tratti da colonne sonore e dei grandi successi musicali anni 80/90.

I brani suonati sono stati: in apertura Florentiner March  di Fucik; poi Semiramide Ouverture di Gioacchino Rossini; Opera Favourites  con arrangiamento di Comello ( il sunto di tre opere, Donizzetti, Elisir D’Amore, Bizet, Les pescheurs perles; e Rossini con il Barbiere di Siviglia; come quarto brano Duke Ellington in Concert e a seguire The best of Henry Mancini; poi un brano dei Queen intitolato “Queen in Concert”; di Gershwin “Un americano a Parigi”; ottavo un brano tratto da uno dei film di James Bond 007; Moment for Morricone, (Colonna sonora); Abba on Broadway (mix di successi degli Abba)  e per concludere ‘El Cumbancero’ di Hernadez.

Pubblico numerosissimo che ha applaudito a lungo al termine dell’esecuzione. Molti si sono complimentati con il Maestro ma anche con i singoli suonatori, altri hanno esortato  i Dirigenti a continuare in questa attività  musicale  di elevata qualità.  Mirano in questo ambito risulta avere tra le cittadine della zona  una Filarmonica tra le più qualificate nel Veneto e sicuramente punto di riferimento musicale.

Sara Zanferrari