Prosegue il Sile Jazz festival

Treviso – Nicola Fazzini e Alessandro Fedrigo sono attivi riferimenti del mondo culturale veneto, sono ideatori e fondatori dell’associazione culturale ed etichetta discografica nusica.org, sono efficaci organizzatori (da Sile Jazz, all’attualissimo network Jazz Area Metropolitana, a San Servolo Jazz, fino alle collaborazioni con gli Ensemble degli Atenei padovano e veneziano).
Ma sono anche – e forse soprattutto! – due talentuosi solisti e compositori, riconosciuti unanimemente dal panorama musicale del jazz italiano ed europeo, che oggi preparano le valige per il Canada.

Sile Jazz prosegue venerdì 30 giugno alle 21 ospita a Villa Grimani Morosini Gatterburg di Albaredo di Vedelago il Giovanni Guidi “Planet Earth” piano solo tour (ingresso libero), in collaborazione con “SIAE – Sillumina” e MGM Produzioni.
Giovanni Guidi in piano solo esprime appieno la sua inventiva e la sua poliedrica personalità. Intimo e raccolto, scarno e sontuoso, lirico e dissonante, sensuale ed ironico potrebbero essere alcuni indici di lettura del suo pianismo. Un pianismo che prende spunto da Evans, Bley, Jarrett e Tristano, ma che, largamente assimilato, si è trasformato in un linguaggio estremamente personale e creativo.

Il pianista umbro si cimenta con composizioni originali e con brani presi in prestito da Brian Eno, Tom Waits, Osvaldo Farres, Leo Ferrè e brani della tradizione jazzistica. Classe 1985, il giovane Guidi inizia a suonare con Enrico Rava già all’età di 19 anni. Oggi si è già esibito in tutto il mondo (festival, rassegne, club) ed è leader di vari progetti, come il trio con Thomas Morgan e João Lobo con cui ha inciso due album per la prestigiosa ECM, un quintetto con Francesco Bearzatti e Roberto Cecchetto, un trio elettrico con Joe Rehmer e Federico Scettri ed altri progetti che dirige insieme a musicisti come Enrico Rava, Matthew Herbert, Gianluca Petrella, Louis Sclavis, Gerald Cleaver, Daniele Di Bonaventura, Luca Aquino, Michele Rabbia.

L.P.