A Sile Jazz 2017 il grande Evan Parker

La 6^ Edizione di Sile jazz 2017 “Di resta in corda” in programma dal 9 giugno al 28 luglio si svolgerà fra Casale sul Sile, Casier, Mogliano Veneto, Morgano, Preganziol, Quarto d’Altino, Quinto, Silea, Treviso, Vedelago, Zero Branco.
Sarà il gigante del jazz europeo Evan Parker (15 giugno) fa rivivere magiche atmosfere nella chiesetta antica di Badoere di Morgano; “Extrema Ratio”, progetto di Brunod, Gallo e Barbiero (16 giugno) è protagonista a Quinto di Treviso.
Il grande sassofonista intervistato anche all’Università di Padova mercoledì 14 giugno alle 16.
Continuano a dare prova di sé le attività virtuose di Sile jazz che all’altissima qualità della cultura abbina la valorizzazione del territorio e l’importanza di fare rete.
Dopo la riuscitissima “Crociera” sul Sile, è la volta di un appuntamento con una figura fondamentale per la musica europea, in una location particolarmente suggestiva: il sassofonista e compositore Evan Parker è protagonista di un concerto in solo giovedì 15 giugno a Badoere di Morgano, nella Chiesetta di Sant’Antonio (ore 21 ingresso libero).
Cultura contemporanea, tradizioni e storia antica convivono dunque per un atteso appuntamento del festival: la chiesetta di Sant’Antonio è un tutt’uno con l’affascinante “Rotonda” di Badoere e le sue ampie barchesse ed è stata costruita nel 1645, per poi essere ampliata nel diciottesimo secolo. In questo piccolo gioiello la suggestione di una presenza così importante come quella di Parker si amplifica e diventa ancora più intensa. Dopo il recente exploit di Dolo (che lo ha visto straordinario didatta oltre che immenso solista) sempre nell’ambito di Jazz Area Metropolitana, torna in Veneto, grazie alla collaborazione dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e della Fondazione Ca’ Foscari, il gigante assoluto della storia della musica jazz (e non solo) europea, capostipite del free jazz, eccezionale creatore di nuovi codici musicali che hanno cambiato il corso della musica contemporanea. Parker e il suo sax sono a disposizione, oltre che del pubblico, anche di un nuovo incontro con i giovani. La performance in solo di Parker, infatti, prevede l’intervento anche degli ensemble di jazz formatisi in seno alle attività musicali delle Università Ca’ Foscari di Venezia e dell’Ateneo di Padova.
Il giorno prima, grazie all’Università di Padova, Dipartimento di Filosofia, Pedagogia e Psicologia Applicata, Parker incontra gli studenti e il pubblico e risponde all’intervista della prof.ssa Marina Santi su “Improvisation as a way of inquiring and inventing”. L’incontro che si svolge alle 16 di mercoledì 14 giugno al Teatro Ruzante di Padova (Riviera Tito Livio 45) è a ingresso gratuito (eleonora.zorzi@unipd per le prenotazioni) ed è reso possibile anche da nusica.org (Sile Jazz e Area Metropolitana), dalla BigBand Unipd, da Ca’Foscari di Venezia.
Sile Jazz venerdì 16 giugno alle ore 21 (ingresso libero) propone il concerto successivo, a Quinto di Treviso, nella recentemente rinnovata Piazza Roma, a due passi dal Sile e dalle sue suggestive passerelle che dai pressi della piazza attraversano il fiume. Qui si sprigiona l’energia di un trio a dir poco stupefacente e pieno di sorprese sonore: Maurizio Brunod (chitarre acustiche, chitarre elettriche, live sampling, loop), Danilo Gallo (basso elettrico, balalaika basso, contrabbasso, live sampling) e Massimo Barbiero (batteria, marimba, udu drums, timpani, wave drum, glockenspiel) presentano un intenso progetto dal titolo “Extrema Ratio”.

Lino Perini