Torna la lirica al Verdi

La stagione lirica di Padova 2017 ritorna nello storico teatro cittadino, venerdì 27 ottobre alle 20,45 e domenica 29 ottobre alle 16 con il secondo titolo in cartellone: Il Trovatore di Giuseppe Verdi.
La rassegna, organizzata dal Comune di Padova in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, il sostegno della Regione Veneto e il sostegno della Fondazione Antonveneta. La stagione lirica di Padova proseguirà venerdì 29 dicembre alle 20,45 e domenica 31 dicembre alle 20,45 con “La vedova allegra” di Franz Lehàr”, una delle operette più popolari e longeve, in un revival del fastoso allestimento del regista argentino Hugo de Ana con la direzione musicale del M. Jordi Bernàcer alla guida dell’Orchestra di Padova e del Veneto, il soprano coreano Sumi Jo nel ruolo di Hanna Glavari, Alessandro Safina sarà il Conte Danilo e Leopoldo Mastelloni interpreterà Njegus. La città del Santo, come da tradizione, saluterà l’anno nuovo in musica.
Lunedì 1 gennaio 2018, infatti, alle 17, l’Orchestra di Padova e del Veneto, diretta dal maestro Lorenzo Passerini, saluterà il nuovo anno in musica e accompagnerà la bellissima voce del soprano Daniela Mazzucato nell’ormai tradizionale Concerto di Capodanno. I biglietti si possono acquistare presso la biglietteria del Teatro Verdi, aperta dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 e 30. I biglietti si possono acquistare anche online sul sito del teatro www.teatrostabileveneto.it. Sempre l’Opv scommette sugli Under35 con la campagna #faqualcosadidiverso  e lancia una riduzione di oltre il 70% sul prezzo dell’abbonamento intero. Testimonial d’eccezione la pianista Leonora Armellini, che in stagione eseguirà il Concerto di Ravel.
“Fa’ qualcosa di diverso” è l’invito che l’Orchestra di Padova e del Veneto rivolge a tutti gli Under35 per promuovere l’abbonamento loro riservato. Ad essere alternativi e fuori dagli schemi, per una volta, saranno infatti il Beethoven delle Sinfonie o il Tchaikovsky del Concerto per violino, che raramente entrano nelle playlist dei giovani d’oggi.
Anche per la 52a Stagione concertistica (che partirà il prossimo 26 ottobre con l’Ouverture dal “Fidelio” di Beethoven e la Nona Sinfonia di Mahler/Simon dirette dal maestro Marco Angius) l’OPV conferma delle condizioni di abbonamento estremamente agevolate per gli Under35, che sottoscrivendo la tessera entro il 25 ottobre (presso gli uffici della Fondazione in via Marsilio da Padova, 19, dalle 10 alle 17) avranno la possibilità di assistere ai 12 concerti in cartellone al costo di 50 euro, con una riduzione di oltre il 70% sull’intero di 180 euro.
Testimonial della campagna è l’under35 padovana più conosciuta del mondo della “Classica”: la pianista Leonora Armellini, che a 25 anni sta coltivando una carriera internazionale nelle più importanti sale del mondo. A sorpresa, Leonora ha scelto di sottoscrivere un abbonamento alla Stagione OPV, nonostante nella stessa Stagione sia stata invitata come solista con il Concerto per pianoforte di Maurice Ravel, che suonerà diretta dal maestro Angius.
«Il 16 marzo siederò sul palco, al pianoforte, ma ho voluto abbonarmi per seguire anche tutti gli altri concerti dalla platea», commenta Leonora. «L’abbonamento che l’OPV riserva ai giovani è un’opportunità straordinaria per far capire che la musica “Classica” non è uno “spauracchio per anziani”, ma è un serbatoio infinito di emozioni fortissime che non hanno età. – aggiunge la pianista –  E viverle con gli amici, trascorrendo insieme una bella serata, è il modo migliore di “Fare qualcosa di diverso”: lo consiglio a tutti!»
Info e contatti
049 656848656626
Alberto Rodighiero