Mercatino dell’antiquariato. Esauriti gli spazi

Dopo il successo di pubblico di ottobre, “Gli oggetti dei nonni” ripropone le auto d’epoca Posti finiti, Confcommercio del Miranese pensa ad allargare l’area espositiva. Domenica si bissa con oltre 100 espositori.

Il penultimo appuntamento del 2017 con il Mercatino dell’antiquariato e del collezionismo conferma l’exploit della nuova proposta: Confcommercio del Miranese subissata di richieste per esporre “Gli oggetti dei nonni”, questo il nome con cui l’appuntamento mensile di Mirano sta di nuovo facendo parlare di sé, dopo anni nell’oblio, anche fuori provincia.

Per domenica 19 novembre i posti riservati nei mesi scorsi per riempire l’area di Piazza Martiri e delle vie limitrofe, risultano esauriti: più di cento gli espositori attesi e per l’occasione torneranno in centro anche le auto storiche di Salzano Epoca Graticule Romanus, con modelli unici e affascinanti.

Prosegue così l’abbinamento tra mercatino e iniziative realizzate in collaborazione con altre realtà del territorio, per allargare il concetto di “antichità in mostra” e creare ogni mese un “evento” per attrarre persone da tutto il territorio, come accade nelle migliori piazze dedicate al settore, da Piazzola sul Brenta a Mogliano Veneto. Tutto nello spirito del nuovo “Distretto del commercio” di Mirano, il cui obiettivo è promuovere il centro storico con le sue attività commerciali (quel giorno aperte), legandole a manifestazioni di richiamo.

Lo scorso mese l’exploit è arrivato con 20 mila visitatori, grazie anche all’indovinato matrimonio con la Pro Loco di Mirano che aveva scelto la piazza del mercatino per allestire l’anteprima della Fiera de l’Oca, dedicata alla Mirano di inizio Novecento, con foto e scorci “amarcord” della città.

La gestione del mercatino è stata affidata dal Comune di Mirano a Confcommercio del Miranese, in via sperimentale, fino a dicembre. Già da più parti però si auspica una proroga della convenzione anche per il 2018 e non è escluso che, visto il successo di questi mesi, possa essere ampliata anche l’area espositiva, per dar modo a sempre più professionisti e hobbisti di partecipare all’appuntamento miranese che tanto successo sta riscuotendo dentro e fuori comune.

A.C.M.