Il mercatino dell’antiquariato fa il pienone

Pro Loco e Confcommercio del Miranese entusiaste. Funziona la collaborazione per far vivere la piazza con eventi e manifestazioni: oltre 20.000 presenze

Un matrimonio che funziona quello tra Confcommercio del Miranese e Pro Loco di Mirano, ieri insieme per presentare un pacchetto “amarcord” sulla città: il tradizionale mercatino dell’antiquariato e del collezionismo, nella sua nuova veste targata Confcommercio e la mostra-anteprima sulla Fiera de l’oca in programma l’11 e 12 novembre, con le foto della Mirano d’inizio Novecento, ha richiamato in piazza oltre 20 mila visitatori.

Accompagnati da una bella giornata di sole, il successo è stato palese: il pienone, grazie anche al clima mite, è arrivato già al mattino, proseguendo fino all’ora del tradizionale aperitivo serale. Espositori, mostra e negozi, aperti per l’occasione (in particolare i pubblici esercizi) sono stati presi d’assalto come in una giornata di primavera e sul mercatino si sono registrati solo commenti positivi, che ripagano degli sforzi fin qui profusi: oltre 90 gli espositori presenti in piazza per “Gli oggetti dei nonni”, in aumento i professionisti del settore e, di conseguenza, anche la qualità dell’offerta, segno evidente che la formula piace e il mercatino di Mirano sta andando incontro a un vero rilancio, dopo anni passati nell’ombra.

Funziona insomma la formula che vede l’appuntamento mensile con l’antiquariato accompagnato da iniziative e collaborazioni con altre realtà del territorio: nei mesi scorsi, ad esempio, non era mancata l’esposizione di auto d’epoca, ieri è toccato alla Pro Loco e altre sorprese sono in arrivo i prossimi mesi e in vista del Natale. Tutto nello spirito del nuovo “Distretto del commercio“, il cui obiettivo è promuovere il centro storico con le sue attività commerciali, legandole a manifestazioni di richiamo.

«Un boom favorito dal bel tempo», aggiunge la capo delegazione di Confcommercio a Mirano, Silvana Muffato, «ma molta gente ha rilevato la crescita della qualità della proposta del mercatino. Ho sentito colleghi entusiasti, che non si aspettavano una giornata così. Soprattutto hanno lavorato tutti, non solo i locali, con riscontri positivi per tutti i settori commerciali».

«È doveroso ringraziare il direttore di Confcommercio Tiziana Molinari e tutto il suo staff che hanno creduto nel progetto di riqualificazione del mercatino», ha aggiunto Roberto Rossato, del gruppo di lavoro di Confcommercio, «a loro va il grazie per l’enorme lavoro svolto in questi mesi, ben ripagato dal risultato: è stata una domenica bellissima, con un mercatino pieno di bancarelle e di altissima qualità, pieno di gente. Un mercatino che Mirano meritava di avere».

«Mirano, già ricca di negozi e pubblici esercizi che sono il punto di forza della città, finalmente può vantare anche un altrettanto ricco e qualificato mercatino dell’antiquariato», aggiunge proprio Molinari, «molti espositori già ci chiedono cosa devono fare per aderire anche il prossimo anno». La gestione del mercatino è stata affidata dal Comune di Mirano a Confcommercio del Miranese, in via sperimentale, fino a dicembre. Si dovrà dunque attendere un’eventuale proroga della convenzione anche nel nuovo anno per raccogliere nuove adesioni, sempre presentate a Confcommercio.

C.C.