A Dolo, la seconda edizione di ‘Oltre il confine’

DOLO. Domenica 20 maggio 2018 dalle 15 alle 22 presso il giardino dell’Associazione “IL PORTICO”, l’Associazione di Volontariato “CATARSI” ONLUS in collaborazione con “IL PORTICO” e con il Patrocinio del comune di Dolo organizza la seconda edizione della manifestazione OLTRE IL CONFINE.

Evento culturale di approfondimento sui temi dell’impegno civile, della solidarietà e del volontariato, dopo il successo della prima edizione, svoltasi a maggio 2017, che ha visto salire sul palco, tra gli altri, Marco CISCO Bellotti (ex Modena City Ramblers) e la partecipazione di circa 500 persone, quest’anno replica con l’intento di far divenire questo evento un appuntamento annuale fisso.

Le associazioni vogliono promuovere la cultura dell’impegno civile, della solidarietà, della nonviolenza, della cittadinanza attiva, dell’accoglienza, coinvolgendo la cittadinanza in un evento animato da nomi di prima importanza del nostro territorio e con diversi contributi culturali e artistici.

Il programma della manifestazione prevede:

 Alle 15.45:  Gianfranco Bettin , sociologo, scrittore, politico, che insieme a Marco Labbate, dottore di ricerca in Storia dei partiti e dei movimenti politici e assistente di storia contemporanea presso l’Università “Carlo Bo” di Urbino, daranno vita ad un dialogo sulla strategia del terrore e gli sciacalli del consenso.

 Alle 17.15: Gualtiero Bertelli, storia della Musica Popolare Veneta, Edoardo Pittalis, giornalista e scrittore, e Simone Nogarin, chitarrista della Compagnia delle Acque che ha collaborato con artisti come Max Gazzè, Moni Ovadia, Marco Paolini, Natalino Balasso, porteranno sul palco il loro spettacolo di teatro canzone “La guerra di Giovanni” che fa memoria del grande massacro del 1914-1918: un evento di dimensioni immense che sterminò quasi un’intera generazione, ma fu anche la prima tragica esperienza collettiva dei cittadini della “nuova Italia”.

Alle 18.45: Patois Brothers, gruppo tra i più seguiti nel panorama nazionale della musica reggae, che vanta partecipazioni nei più importanti festival musicali europei per l’occasione presenteranno un concerto in set acustico.

Nel corso della giornata Federico Vespignani, giovane fotoreporter veneziano pluripremiato in Italia e all’Estero, vincitore del reporter day 2017, esporrà alcuni scatti tratti dal suo reportage One Love Only, che affronta il tema della Violenza di matrice Omofobica in Jamaica.

 Alle 15.00: Ask Mi Art, progetto di action painting degli artisti Davide Pagin e Maurizio Nicodemo, che dipingeranno dal vivo una grande tela sul tema della accoglienza e della solidarietà.

 Alle 20.45:  Argo Recordz, collettivo di giovani musicisti emergenti nella scena hip hop rivierasca.

Saranno inoltre presenti con i loro stand e i loro rappresentanti: Amnesty International – gruppo giovani Riviera del Brenta, Emergency Riviera del Brenta, Legambiente Riviera del Brenta, Associazione “Non dalla Guerra” di Vicenza, Opzione Zero, “Mira On Air” Festival, Associazione “Argo” di Mira, Cooperativa Arino solidale, Casa editrice “Becco Giallo” di Padova, Associazione “Malacaigo” di Mira, Cooperativa “Caracol” di Venezia, Associazione “Il Faro” di Fossò.


Durante tutta la manifestazione sarà attivo un punto ristoro gestito dai volontari dell’Associazione Catarsi, sarà allestita un’aria adibita ai bambini, dalle 19.00 in poi possibilità di cenare con vasta scelta di panini, cibo vegetariano e cous cous. L’ingresso è gratuito. Tutto il ricavato dalle offerte dei partecipanti verrà reinvestito in attività e progetti di utilità sociale.

Sara Zanferrari