Black Friday: tormentone veneto

Grazie ad una ricerca condotta da Tikato, realtà vicentina nata nel 2013, è emersa una mappatura nazionale sull’argomento del momento: il Black Friday.

Dai dati relativi al weekend degli sconti e del “venerdì nero” inerenti al 2015, il Veneto si posiziona al quinto posto tra le regioni d’Italia per grado di interesse verso il tanto atteso evento.

I risultati Google Trend legati all’osservatorio Tikato, per la Regione Veneto, danno come risultato in percentuale riguardo gli interessi all’evento  un netto aumento rispetto agli anni precedenti; nel 2014 infatti, considerando una percentuale pari a 100 per il 2015, gli interessati si fermavano al 24% e ancora meno nel 2013 dove si superava di poco il 10%.

Vale a dire che in un solo anno la percentuale di mole di ricerche a chiave “black friday” è quadruplicata mentre a distanza di due anni è di quasi dieci volte maggiore.

La febbre per la notte nera sembra però essere in costante e rilevante aumento, tanto che in attesa dei risultati 2016 si prospetta un boom ancora più elevato.

Le categorie maggiormente ricercate per gli acquisti scontati sono “informatica e tecnologia”, “moda e abbigliamento”, “profumeria e cosmetica”, “viaggi e turismo” e “libri”, ed anche altri prodotti come assicurazioni, accessori auto/moto, integratori e alimentari sono tra gli oggetti di ricerca più considerati dai veneti.

Matteo Venturini

matteoventurini