Camilleri in scena grazie a Moni Ovadia

“Il casellante” al Teatro Busan di Mogliano Veneto (TV)

Venerdì 17 febbraio alle ore 21.00 la Stagione di Prosa 2016-2017 del Teatro Busan di Mogliano Veneto prosegue con Il casellante, tratto dall’omonimo libro di Andrea Camilleri che Giuseppe Dipasquale ha adattato per il teatro.
Un racconto in musica divertito e irridente del periodo fascista nella Sicilia degli anni Quaranta, scritto nella lingua personale, originale e sperimentale di Camilleri e portato in scena da uno straordinario cast di attori-musicisti capeggiato da Moni Ovadia.

Uno spettacolo con musiche, dove si ride e ci si commuove al tempo stesso. Gli attori e i musicisti, immersi nella stessa azione teatrale narrano una vicenda metaforica che gioca sulla parola, sulla musica e sull’immagine.

Il casellante è, fra i racconti di Camilleri, uno dei più struggentemente divertenti del ciclo cosiddetto mitologico. Secondo a Maruzza Musumeci e prima de Il Sonaglio, questo racconto ambientato tra Vigàta e Castelvetrano, narra la vicenda di una metamorfosi. Una vicenda emblematica di un modo di essere e di ragionare che disegna i tratti di una Sicilia arcaica e moderna, comica e tragica, ferocemente logica e paradossale ad un tempo.

Il casellante è il racconto delle trasformazioni del dolore della maternità negata e della guerra, ma è anche il divertito racconto in musica del periodo fascista nella Sicilia degli anni Quaranta. Altro aspetto è quello della lingua di Camilleri. Una lingua personale, originalissima, che calca e ricalca, in una divertita e teatralissima sinfonia di parlate una meravigliosa sicilitudine linguistica, fatta di neologismi, di sintassi travestita, di modi d’uso linguistico mutuati dal dialetto che esaltano la recitazione di possibili attori pensati a prestare i panni al mondo dei personaggi camilleriani.

Dopo il successo ottenuto dalle trasposizioni per il teatro de Il birraio di Preston, La concessione del telefono, che insieme a La Cattura, Troppu trafficu ppi nenti, La Signora Leuca, Cannibardo e La Sicilia costituiscono la drammaturgia degli ultimi anni, l’autore del romanzo e il regista dell’opera tornano nuovamente insieme per riproporre al pubblico teatrale nazionale una nuova avventura.

Biglietti
25,00 € intero | 23,00 € ridotto

Acquisto e prevendite
Biglietteria Cinema Teatro Busan
Via Don Bosco 41, Mogliano Veneto (TV)
lunedì 9.30 – 12.30 e 17.00 – 19.00; giovedì e venerdì 17.00 – 19.00
e 30 minuti prima di ogni proiezione cinematografica

Informazioni
+39 041 5905024 | +39 334 1658994 | gestione.busan@gmail.com

(n.s.)