Camponogara. Un pianoforte costruito a Campoverardo s’impone nel design nazionale

Un'eccellenza di note

Camponogara. Una grande soddisfazione per una piccola azienda di Campoverardo, la Zanta Pianoforti, che sta ottenendo importanti e significativi riconoscimenti nel campo del design italiano con i suoi prodotti. Il pianoforte ZANTA ZB200, infatti,  è stato selezionato nell’ambito dell’ADI Design Index 2016 alla  preselezione della manifestazione che consente di partecipare al prossimo Compasso d’Oro ADI, il classico premio che da oltre sessant’anni segnala al pubblico e agli specialisti i migliori designer e le migliori aziende del design italiano  L’azienda camponogarese è stata invitata alla mostra milanese ADI Design Index 2016, rimasta aperta sino all’11 ottobre,  che ha avuto il patrocinio di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ministero dell’Interno, Ministero della Semplificazione Pubblica Amministrazione, Regione Lombardia, Città metropolitana di Milano, Comune di Milano, Confindustria Lombardia. Il fondatore della Zanta Pianoforti è stato nel 1979 Silvano Zanta che, dopo vent’anni di formazione nei laboratori delle più importanti aziende quali Steinway & Sons, Yamaha, Bosendorfer, ha deciso di operare in proprio. fondato  la ZANTA Pianoforti. Negli anni l’azienda si è arricchita anche della presenza dei figli Andrea e Roberto.  L’azienda cura la manutenzione ordinaria e straordinaria di numerosi strumenti di Enti di rilievo, tra i quali il Conservatorio di Musica di Venezia “B. Marcello”, di Vicenza “A. Pedrollo”, di Rovigo “F. Venezze”, di Castelfranco Veneto “A. Steffani” e di Padova “C. Pollini”, oltre a importanti Fondazioni e Accademie. Il pianoforte ZB 200 è una scommessa vinta dalla famiglia Zanta e dal designer Enzo Berti, nato a Pianiga nel 1950 e che lavora a Dolo, e che ha ripensato al concetto di pianoforte sia dal punto di vista del suono che della forma, rispettando il carattere iconico tradizionale dello strumento. Il progetto proposto da Berti prevede una rivisitazione formale dello strumento per eliminare la discontinuità di forme presente nei pianoforti tradizionali, innovazioni formali arricchite da importanti interventi ingegneristici e strutturali. Il pianoforte  ZB200 è stato premiato con menzione d’onore al RED DOT AWARD 2015 per il design concept.

Lino Perini