Il cuore di Pordenone batte per le aziende della Valnerina

la manifestazione fieristica in programma a Pordenone da sabato 11.

Salumi di Norcia, lenticchie di Castelluccio, farro DOP di Monteleone e tante altre specialità, compreso il tartufo nero, peculiari della Valnerina, l’area del Centro Italia vessata dagli eventi sismici iniziati lo scorso agosto potranno essere acquistati, dall’11 febbraio prossimo, a Cucinare, la manifestazione enogastronomica di risonanza internazionale – in programma sino al 14 febbraio – dove Camera di Commercio di Pordenone, tramite l’Azienda speciale ConCentro, dedicherà le proprie iniziative a una attività a favore del sistema produttivo che gravita in zona epicentro.

A rappresentarle, una collettiva di 15 imprese che si presenteranno accompagnate dai Presidenti delle Camere di Commercio coinvolte (Perugia e Rieti) che hanno individuato e accolto le adesioni delle imprese dei comuni terremotati di queste due province.

«Un piccolo contributo – ha detto il Presidente di CCIAA Pordenone, Giovanni Pavan, illustrando l’iniziativa – al comparto enogastronomico e alla preservazione di una componente strategica del patrimonio storico e culturale italiano».

“L’enogastronomia – ha aggiunto Pavan – è uno dei settori trainanti di queste aree terremotate e Amatrice e Norcia, legate strettamente alle produzioni alimentari tipiche, sono infatti diventate il simbolo del dramma che si sta vivendo in tutta la pù vasta area del centro Italia. Sostenere le produzioni agroalimentari tipiche di questi territori assume dunque una valenza sia in termini di sostegno all’economia ma anche di preservazione di una componente del patrimonio storico e culturale ed elemento trainante dell’intero comparto turistico”.

Sono 16 le imprese presenti presso il padiglione 7 dell’area fieristica con i prodotti tipici più rinomati, ora a rischio di scomparire per i drammatici effetti del sisma.

A disposizione gratuita delle aziende, stand collettivi e tariffe vantaggiose per l’ospitalità negli alberghi della zona, grazie all’intervento del Consorzio Pordenone Turismo.

Il brand turistico “Pordenone with Love” della Camera di Commercio caratterizzerà gli stand come atto di solidarietà e vicinanza alle popolazioni di quelle terre.
“Cucinare”, giunto quest’anno alla quinta edizione, si presenta per essere il salone di riferimento per gli appassionati di cucina e professionisti della ristorazione del Nord Est. I 18 mila visitatori dello scorso anno, di cui il 15% operatori del settore, “sono indicatori – dice Fabrizio Nonis, direttore artistico della manifestazione – del successo crescente di tale appuntamento che punta a diventare l’evento principale nel Nord Est in tale settore, sia per il pubblico professionale che per gli appassionati di cucina”.

Sono circa 150 gli espositori presenti, provenienti da 17 regioni, in rappresentanza dei due macrosettori di riferimento di Cucinare: le filiere agroalimentari delle eccellenze Made in Italy e le tecnologie per la cucina. In programma vi sono oltre 130 iniziative tra dimostrazioni, degustazioni, minicorsi e show cooking che hanno come protagonisti le associazioni, le istituzioni, i produttori e i ristoratori del territorio, tutti impegnati nel presentarne le eccellenze enogastronomiche.

Lucio Leonardelli