Dal Veneto 16,2 milioni per ristrutturare e riconvertire i vigneti

Sono in arrivo 16,2 milioni di euro per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti in Veneto.

La Giunta regionale ha approvato il bando (ora al vaglio della terza commissione del Consiglio regionale) per ripartire la quota assegnata al Veneto dal piano nazionale di sostegno al settore vitivinicolo. A gestire il bando, i cui termini si apriranno a fine mese, sarà Avepa, l’agenzia per i pagamenti in agricoltura.

Gli aiuti economici andranno a quelle aziende che estirpano i vecchi impianti e rinnovano i propri vigneti, o per ragioni fitosanitarie o per riqualificare i propri prodotti.

“I risultati ottenuti con il Piano regionale di riconversione e di ristrutturazione viticola in tutti questi anni sono stati rilevanti – commenta l’assessore all’agricoltura – in quanto hanno contribuito significativamente alla ristrutturazione del patrimonio viticolo regionale, consentendo così di adeguare l’offerta enologica ai mutamenti dei gusti dei consumatori e di impostare dei modelli viticoli (sesti d’impianto e forme di allevamento) funzionali ad un maggiore livello di meccanizzazione delle operazioni di campagna, sempre nell’ottica del miglioramento qualitativo delle produzioni.

Gli aiuti alla ristrutturazione e riconversione dei vigneti sono un importante sostegno alla competitività della viticoltura veneta ”.

La somma assegnata al Veneto per la misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti, per l’annualità 2018,è pari a € 16.224.250,00 euro. I tempi e le scadenze definite per i pagamenti annuali relativi agli aiuti previsti dal Piano sono stretti: per cui il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato al prossimo 30 giugno.

C.C.